menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scoperto un bed&breakfast abusivo gestito da cinesi: scatta il sequestro preventivo

Gli ospiti pagavano da 20 a 30 euro per il pernottamento: trovata anche metanfetamina in cristalli, utilizzata per realizzare dosi di "shaboo", temutissima droga

Da 20 a 30 euro a notte per il pernottamento. Peccato che il tutto non fosse in regola: sequestrato un Bed&Breakfast abusivo.

L'operazione

L'operazione è scattata alle ore 7 di lunedì 8 ottobre, quando agenti del reparto polizia giudiziaria si sono recati al civico 4/H di via Cairoli a seguito di un decreto di ispezione del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Padova. Una volta entrati, gli agenti hanno trovato nove persone di origine cinese che occupavano le varie stanze: tra questi vi era tale S.X., risultata  poi essere intestataria del contratto di affitto. Al controllo dei documenti, tre ospiti sono risultati privi di documenti e quindi accompagnati presso gli uffici di via Liberi per l’identificazione e il fotosegnalamento.

La perquisizione

Tra le persone identificate anche un uomo già denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e sottoposto ad arresto per uso di passaporto falso: gli agenti hanno provveduto a perquisire la sua stanza in cerca di droga, rinvenendo materiale da confezionamento - numerose bustine di nylon di piccole dimensioni e un microsaldatore - e sostanza stupefacente del tipo hashish che, vista la quantità esigua (peso netto pari a 0.3 grammi), è stata considerata detenuta per uso personale. Nel cortile sottostante, in corrispondenza della finestra della camera, è stata rinvenuta anche una bustina contenente 1.26 grammi di sostanza stupefacente del tipo metanfetamina in cristalli sufficiente, in base al peso abituale di una singola dose, per il confezionamento di 20-30 dosi di “shaboo”. Un paio di ore dopo è giunto anche W.F., proprietario dell’appartamento. Glli agenti hanno poi proceduto a sottoporre l’immobile a sequestro preventivo, al fine di impedire la prosecuzione del reato di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento