menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Una piccola parte del materiale da Halloween sequestrato dalla guardia di finanza di Padova

Una piccola parte del materiale da Halloween sequestrato dalla guardia di finanza di Padova

Halloween, ma non solo: la guardia di finanza sequestra oltre due milioni di articoli pericolosi

Nell'ambito dell’operazione “Trick or Threat”, condotta dalle Fiamme Gialle patavine, è finito nei guai un grossista con sede a Veggiano. Coinvolta anche una ditta operante al Centro Ingrosso Cina

Dolcetto o sequestro? La guardia di finanza di Padova ha scelto la seconda opzione, ritirando dal mercato oltre due milioni di articoli considerati potenzialmente pericolosi per i consumatori.

L'operazione "Trick or Threat"

Il tutto nell'ambito del dispositivo operativo per il contrasto alla contraffazione e all’abusivismo commerciale - predisposto dal comando provinciale della guardia di finanza di Padova - che ha portato al compimento di una vasta operazione, subito ribattezzata "Trick or Threat" perché tra la merce sequestrata vi sono numerosissimi prodotti legati ad Halloween (cappelli, costumi per bambini, maschere per il viso, mantelli, guanti ed accessori di vario genere) per un valore commerciale di circa 200mila euro. Le fiamme gialle patavine hanno ricostruito una vera e propria filiera di commercializzazione di prodotti irregolari partendo dal Centro Ingrosso Cina di corso Stati Uniti: la prima tranche dell'operazione, infatti, ha portato al sequestro di circa un milione di articoli (soprattutto bigiotteria) venduti da una ditta operante nel maxi-complesso della zona industriale di Padova in violazione del codice del consumo, in quanto totalmente sprovvisti di etichettatura o non conformi alla normativa. Grazie, poi, a un’attenta analisi documentale nonché all’incrocio dei dati rinvenuti, i baschi verdi sono riusciti a risalire all’identità del distributore di questi prodotti: è stata quindi avviata la seconda fase dell’operazione eseguendo un ulteriore accesso dal grossista - una società ubicata nel Comune di Veggiano - e sottoponendo a sequestro amministrativo un milione e 100mila prodotti, anch’essi totalmente sprovvisti di etichettatura o non conformi alla normativa. Ora i militari richiederanno alla locale Camera di Commercio di valutare la distruzione dei 2 milioni e 100mila prodotti non sicuri.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento