Halloween sicuro, bando ai mortaretti: petardi sequestrati a un gruppo di tredicenni

La polizia locale di Carmignano di Brenta ha messo instrada una task force la sera del 31 ottobre. La festa è trascorsa senza incidenti, redarguiti ragazzini e adulti

I petardi sequestrati dai vigili urbani

Più controlli per garantire una notte di divertimento nel rispetto di tutti, uomini e animali. É stato l'impegno del Comune, che la notte di Halloween ha disposto servizi straordinari dei vigili urbani in tutto il territorio. La polizia locale ha sequestrato alcuni petardi e a dei giovani che erano scappati nel vedere i lampeggianti.

Scopo educativo

Sul territorio di Carmignano l'esplosione di mortaretti di vario genere è vietata, per garantire la sicurezza e la tranquillità tanto di chi non festeggia la ricorrenza, quanto degli animali che ne sono terrorizzati. I controlli si concentrano sui minorenni e i giovani: «Non per spaventarli o punirli» sottolinea il sindaco Alessandro Bolis «Ma per insegnare loro il senso civico e il rispetto delle regole, oltre al fatto che le autorità sono una garanzia e non una minaccia». Soddisfatta anche l'assessore alla sicurezza Raffaella Grando, poiché le verifiche che da anni sono una routine evitano il formarsi di zone franche, frequentate per consumare alcolici e stupefacenti il luoghi pubblici, oltre a limitare atti vandalici. «É il risultato della prevenzione ma anche di un’azione di educazione, poiché se i ragazzi vengono scoperti oltre a essere ammoniti dedichiamo del tempo a confrontarci con loro per fargli comprendere l'errore» commenta Grando.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Petardi sequestrati

La serata è trascorsa tranquilla, con molti bambini per le strade, accompagnati da adulti di casa in casa per il tradizionale "Dolcetto o scherzetto". Alle 21.30 gli agenti dell'istruttore capo Alessia Vazzoler hanno intercettato un numeroso gruppo davanti al municipio intento a esplodere dei petardi, elemento che ha portato i vigili a redarguire i genitori presenti. Si è invece concluso con il sequestro di diverso materiale il controllo a carico di una decina di tredicenni del paese. I ragazzi si trovavano nel quartiere Boschi attorno alle 22 e alla vista della pattuglia sono scappati. Rintracciati poco dopo hanno dichiarato di non avere petardi, salvo poi consegnarne numerose scatole.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto nella serata di domenica: morta una donna, centauro ferito

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Coronavirus, Zaia: «Ecco la nuova ordinanza con le riaperture del 25 maggio e del primo giugno»

  • Coronavirus, il primo aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

Torna su
PadovaOggi è in caricamento