Guardia di finanza, maxi-sequestro di 8 milioni e 500mila articoli per il trucco dannosi per la salute

I prodotti venivano venduti da una società operante nel Centro Ingrosso Cina ed erano privi delle principali indicazioni

I baschi verdi del Comando Provinciale della guardia di finanza di Padova hanno sequestrato 8 milioni e 500mila blister contenenti prodotti da decorazione personale ad uso non cosmetico, in quanto potenzialmente pericolosi per la salute dei consumatori, che venivano venduti da una società operante nel Centro Ingrosso Cina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sequestro

L’operazione di servizio nasce da un’approfondita analisi di rischio che ha permesso ai finanzieri di individuare la società in questione, leader locale nel settore dei prodotti per la cura della persona, per poi intervenire prima che i prodotti fossero immessi in commercio. La merce oggetto di sequestro è stata considerata non sicura in quanto priva delle basilari indicazioni e delle informazioni circa la denominazione merceologica, i dati dell’importatore, la presenza di materiali o sostanze pericolose e le modalità di smaltimento, ed è stata così ritirata dal mercato ai fini della confisca e della successiva distruzione. Nel dettaglio, sono stati oggetto di sequestro blister contenenti pigmenti, prodotti da decorazione e unghie finte, pronti ad essere proposti in vendita, esponendo il consumatore a possibili conseguenze dannose per la salute. Il legale rappresentante dell’esercizio commerciale, responsabile della violazione, è stato segnalato alla Camera di Commercio di Padova per l’irrogazione della prescritta sanzione amministrativa per un massimo di 25.823 euro. Nei confronti dello stesso sono inoltre in atto dei mirati controlli fiscali per verificare il corretto assolvimento degli obblighi in materia di imposte dirette e sull’Iva. Inoltre, in collaborazione con Unioncamere e Adiconsum Veneto, i prodotti verranno sottoposti ad esame mediante “spettrometro” e successivamente ad approfondite analisi di laboratorio, al fine di scongiurare la presenza di sostanze nocive o vietate sul territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • I cani da adottare a Padova: tutti i cuccioli da accogliere in casa

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento