Domenica, 16 Maggio 2021
Cronaca

Aveva abusato di una tredicenne Due anni e mezzo dietro le sbarre

Giovedì la pena è stata resa esecutiva. L'uomo, 34enne di Bovolenta, già ai domiciliari, è stato accompagnato al Due Palazzi di Padova, dove sconterà 30 mesi di reclusione per avere avuto rapporti con una minore

L'ordine di esecuzione per la carcerazione gli è stato notificato giovedì. L'uomo, 34enne di Bovolenta, si trovava già ai domiciliari, dopo avere patteggiato due anni e sei mesi di carcere per avere avuto rapporti sessuali con una minore di 13 anni. La pena ora è esecutiva e l'accusato è stato tradotto al Due Palazzi.

IL TRASFERIMENTO A BOVOLENTA. Da quanto ricostruito, sarebbe stata la madre della ragazzina come riportano i quotidiani locali, a denunciare gli episodi di cui la figlia sarebbe stata vittima. La donna, originaria dell'Est e residente a Mestre, avrebbe conosciuto il 34enne padovano tramite un annuncio online. Entrambi si occupavano di acquisto e vendita di pezzi di ricambio per motorini. I due, dopo essersi incontrati avevano deciso di mettersi in società per far fruttare meglio la passione in comune. La donna, assieme alla figlia, si sarebbe dunque trasferita a Bovolenta

LA VICENDA. Un giorno si sarebbe però assentata da casa, lasciando la ragazzina 13enne in compagnia del socio. L'uomo avrebbe ammesso di avere avuto, in quel contesto, rapporti intimi con la giovane e di averle anche proposto di vedere assieme un film pornografico. Rientrata, la madre, afferrata la situazione, aveva chiuso i rapporti professionali con il 34enne e denunciato alla polizia gli abusi subiti dalla figlia. A nulla sarebbe valso il tentativo del 34enne di spiegare ai giudici che la 13enne, "invaghitasi di lui", fosse consenziente. L'uomo è stato condannato a scontare la sua pena in carcere per corruzione e violenza ai danni di un minore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aveva abusato di una tredicenne Due anni e mezzo dietro le sbarre

PadovaOggi è in caricamento