menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Melita Toniolo in versione "Diavolita"

Melita Toniolo in versione "Diavolita"

Melita ignara testimonial di un night: rivista e agenzia condannate

Madison srl di Montegrotto, editrice del mensile "Peperoncino", e Promocomunicazione di Padova condannate a risarcire 20 mila euro alla Diavolita di Italia 1 per aver reclamizzato a sua insaputa con una sua immagine un locale hot

Per pubblicizzare un night club di Latisana (Udine) nella rivista mensile "Il Peperoncino", edito dalla società Madison srl di Montegrotto Terme dedicata alla vita notturna, l'agenzia pubblicitaria Promocomunicazione di Padova aveva preso sul sito della modella trevigiana Melita Toniolo un'immagine senza chiedere il consenso all'interessata.

LA DIAVOLITA IGNARA. Il fatto è avvenuto nel 2007, quando la Toniolo non era ancora un volto televisivo popolare, la Diavolita di Italia 1, ma stava muovendo i primi passi nello spettacolo ed aveva pubblicato sul suo sito decine di foto.

LA CAUSA CIVILE. Nello stesso anno, la modella ha avviato la causa civile contro le due società tramite il proprio legale, l'avvocato Fabio Capraro di Treviso. La Toniolo ha presentato, contestualmente, anche una querela penale alla procura della Repubblica di Padova.


LA CONDANNA. Il tribunale veneziano, nel condannare le due società al risarcimento del danno pari a 20 mila euro e al pagamento delle spese legali, ha stabilito che si è commesso un illecito e che l'immagine della persona è un bene personale; inoltre che l'esistenza di una foto su un sito internet non autorizza gli altri a recuperarla e tantomeno a sfruttarla commercialmente.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Il Sant'Antonio di Evyrein compare in centro

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento