Abusivi sgomberati grazie ai vicini: rompono la finestra e occupano l'alloggio popolare

Doppia denuncia per due giovani stranieri, abusivamente stabilitisi in un alloggio disabitato. La segnalazione è scattata da parte dei vicini di casa. C'era anche della droga

I carabinieri davanti alla palazzina dove è stato eseguito lo sgombero

Prosegue in città la lotta all'occupazione abusiva delle abitazioni. Quelle che per qualche tempo rimangono sfitte o disabitate spesso vengono di fatto occupate da persone in cerca di un rifugio e non di rado diventano ricoveri di fortuna dove piccoli criminali nascondono stupefacenti e refurtiva.

Notati dai vicini

L'ultimo episodio risale a giovedì sera quando i carabinieri del Nucleo radiomobile di Padova sono intervenuti in via Andrea Moroni, laterale di via Tiziano Aspetti nella zona San Carlo. Alcuni residenti di un condominio di proprietà dell'Ater hanno segnalato un viavai sospetto all'interno di uno degli alloggi ufficialmente disabitato. Qualche giorno prima era stato infranto un vetro, il che aveva lasciato pochi sospetti sul fatto che l'abitazione fosse stata occupata abusivamente. Alle 22 il blitz dei militari, che hanno sorpreso all'interno un 18enne tunisino e una 27enne croata. I due giovani sono stati portati in caserma e identificati in F.G. e O.L. denunciati entrambi per occupazione abusiva. La ragazza deve rispondere anche dell'accusa di detenzione di stupefacenti perché trovata in possesso di una dose di eroina.

I precedenti in zona: due in pochi giorni

Pochi giorni fa un caso analogo si è verificato in via Giorgio Schiavone, sempre all'Arcella, dove un giovane straniero aveva addirittura richiesto l'intervento di un fabbro per cambiare la serratura precedentemente forzata per entrare in un appartamento sfitto. Risale invece a ieri lo sgombero di due bed & breakfast abusivi, ricavati in alloggi privati da stranieri che li affittavano per lo più a irregolari. Anche in questo caso uno dei due interventi si è svolto a San Carlo, l'altro in piazzale Stazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Bacchiglione restituisce un corpo: è la mamma di Bovolenta scomparsa lunedì

  • Piante "mangia-smog" per pulire l'aria malata: nella Bassa le prime coltivazioni di Paulownia

  • Cadavere lungo l'argine: il tragico gesto forse legato a problemi lavorativi

  • Dalle acque gelide emerge un cadavere: complesse le fasi dell'identificazione

  • Frontale tra due automobili: un'utilitaria finisce nel fossato, automobilista intrappolato

  • Cadavere nel lago d'Iseo: è la giornalista Rosanna Sapori, per anni lavorò nel Padovano

Torna su
PadovaOggi è in caricamento