Carenze strutturali e rischio crolli: il Comune fa sgomberare la storica sede Clac all'ex Macello

Il provvedimento è stato eseguito dalle forze dell'ordine su indicazione del Comune, proprietario dell'immobile ritenuto pericolante. Traffico a singhiozzo e lunghe code in zona

All'alba di mercoledì mattina è stato attuato lo sgombero di parte dell'immobile utilizzato da quarant'anni da Clac e dalle varie associazioni che vi afferiscono nell'area dell'ex Macello in via Cornaro.

Lo sgombero

Sul posto hanno operato gli agenti della polizia, i reparti mobili e gli uomini della Digos oltre ai carabinieri e alla polizia locale. Il provvedimento è stato eseguito in ottemperanza all'ordinanza di sgombero emessa dal comune di Padova date le carenze di solidità strutturale dell'edificio. Pensanti ripercussioni per la viabilità in una zona già congestionata dal traffico di tutti i giorni. All'esterno si sono radunati una trentina di manifestanti che modo pacifico hanno contestato lo sgombero e che in tarda mattinata si sono riuniti davanti a palazzo Moroni per chiedere spiegazioni all'amministrazione comunale.

Le proteste

Su Facebook Coalizione Civica, la lista che fa capo al vicesindaco Arturo Lorenzoni, ha commentato con un post al vetriolo: «Come tutti voi abbiamo saputo dello sgombero dell'ex Macello quando la polizia è arrivata alla porta. Coalizione Civica per Padova, seconda forza al governo della città, non era al corrente di quello che stava per succedere. Un precedente grave e che non deve ripetersi. Perché ci sono soluzioni diverse, come quella di costruire assieme un progetto per ridare alla città un bene comune. Lo si fa con fatica, lavoro e passione, non con gli sgomberi. E a questo metodo noi rimaniamo fedeli, non ad altri che non ci appartengono». Il gruppo infatti, da sempre interlocutore di Clac che in quarant'anni di attività ha partecipato a decine di progetti per la città, si è dichiarato all'oscuro di tutto. Sul liston gli assessori Lorenzoni, Nalin e Gallani hanno incontrato i manifestanti, mentre i rappresentanti di Clac venivano ricevuti privatamente da Andrea Micalizzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Bacchiglione restituisce un corpo: è la mamma di Bovolenta scomparsa lunedì

  • Cadavere lungo l'argine: il tragico gesto forse legato a problemi lavorativi

  • Dalle acque gelide emerge un cadavere: complesse le fasi dell'identificazione

  • Cadavere nel lago d'Iseo: è la giornalista Rosanna Sapori, per anni lavorò nel Padovano

  • Orrore all'Arcella, gioielliere aggredito con l'acido e rapinato all'uscita dal negozio

  • Fiamme in una fabbrica della Bassa, fumo visibile a diversi chilometri di distanza

Torna su
PadovaOggi è in caricamento