menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il sindaco di Abano Terme Luca Claudio

Il sindaco di Abano Terme Luca Claudio

Guardia di Finanza nelle società e nell'abitazione del sindaco Claudio

Le fiamme gialle stanno effettuando alcuni accertamenti su una quindicina di appartamenti. L'ipotesi è che siano stati donati al primo cittadino per "ringraziarlo" in cambio di modifiche ai piani regolatori

Quattro perquisizioni nei confronti di altrettante società riconducibili al sindaco di Abano Terme, Luca Claudio, sono state effettuate mercoledì mattina dalla Guardia di Finanza. Perquisita anche l'abitazione del primo cittadino.

PERQUISIZIONI. L'operazione è scattata nell'ambito del secondo troncone dell'indagine per presunte tangenti alle Terme. L'inchiesta, aperta lo scorso aprile, portò all'arresto dell'assessore all'Ambiente Ivano Marcolongo e alle dimissioni del sindaco Massimo Bordin a Montegrotto.

"RINGRAZIAMENTI". Le fiamme gialle stanno effettuando accertamenti su una quindicina di appartamenti, che, secondo gli inquirenti, sarebbero riconducibili al primo cittadino. L'ipotesi è che siano stati donati a Claudio per "ringraziarlo" in cambio di modifiche ai piani regolatori. Per questo i finanzieri hanno acquisito diversi documenti e cercheranno persone in grado di testimoniare, come è stato per il primo troncone del'indagine, l'eventuale esistenza di un sistema di tangenti in cambio di appalti o variazioni di cubature dei piani urbanistici. In questa seconda indagine, il sindaco di Abano Terme risulta indagato per turbativa d'asta e concussione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento