menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pierobon: "De Rossi è già un ex assessore, fiducia nella magistratura. Il processo lo state facendo voi media"

Il sindaco di Cittadella è stato sentito dalla guardia di finanza come persona informata sui fatti sul caso di presunta concussione che coinvolge un membro della sua giunta

“Rimane perplessità sulla modalità con cui sono uscite queste notizie che l’amministrazione ha appreso dai giornali. Fatti che non sono conosciuti neppure dall’accusato". Sa già perché lo stiamo contattando il primo cittadino di Cittadella, Luca Pierobon: “Bisogna prima capire cosa è successo ma a prescindere da quello che ha fatto, la famiglia andrebbe comunque tutelata”.  É la prima cosa che dice il primo cittadino a proposito del caso dell’assessore al commercio indagato per concussione. Avrebbe promesso, in cambio di sesso, agevolazioni a due donne per risolvere contenziosi e beneficiare di trattamenti di favore per le loro attività commerciali.

Fiera Franca

Davvero per voi è un fulmine a ciel sereno? "Io sono stato convocato dalla guardia di finanza questa mattina (giovedì) e ovviamente devo attenermi alla riservatezza riguardo a questo. Ma se è come dite voi giornalisti il periodo in cui accadono queste cose è quello del 2016 e coincide con le giornate della fiera Franca. Normalmente vengono erogate sanzioni per comportamenti non consoni, come tenere aperto oltre l’orario o esagerare con la musica. Queste multe vanno a tutela dei residenti del centro storico che devono avere la possibilità di vivere tranquillamente”. A questo punto, sbottonatosi un po’, il sindaco fa riferimento proprio a quell'edizione. “La fiera Franca è un momento di caos enorme. Quell’anno mi sono anche arrabbiato con i vigili all’apertura, fatto sta che il giorno dopo sono stati attenti. Da quello che ho capito da voi media, i presunti fatti risalgono alla fiera del 2016, un anno importante sotto l’aspetto sanzionatorio, molto meno il 2017, perché più di qualcun altro aveva sgarrato. Se andate a vedere i giornali dell’epoca sono certo che troverete un riscontro”.

La testimonianza del vigile

Ma visto che ha letto cosa si è scritto sul caso, cosa dice dell'episodio legato a un vigile urbano, chiamato dalla guardia di finanza per verificare se le parole della prima donna che ha denunciato fossero vere? Questa si era recata proprio da quel vigile per sapere se ci fosse un verbale aperto contro di lei, come paventava l'assessore. Al che non solo conferma, ma racconta che anche un’altra donna si sarebbe rivolta a lui facendo la stessa richiesta, anche lei nominando De Rossi. Lo avete cercato? “La parte che riguarda l’amministrazione è fuori da tutto. I dipendenti del comune sono molto ligi. Con noi De Rossi ha lavorato bene. Basta sentire i commenti dei commercianti, dicono tutti che è stata una persona che ha fatto crescere il commercio a Cittadella. Detto questo, verifiche in particolare su questa questione è chiaro che si faranno, sempre che non si stiano già facendo. Le verifiche interne, lo ribadisco, verranno fatte secondo il piano anticorruzione. Ad oggi anche i dirigenti stessi fanno fatica a verificare. Da sindaco devo procedere secondo normative ben precise. Tutto verrà analizzato e relazionato”.

Ex assessore

Le dimissioni un atto dovuto: “Noi, come già detto, abbiamo attivato all’interno del comune tutta una serie di verifiche, è la prima cosa che abbiamo fatto. Qual è il problema? Fino a quando non abbiamo i documenti dell’indagine cosa possiamo verificare? De Rossi è già un ex assessore, noi abbiamo piena fiducia nella magistratura. É tutto ancora in alto mare, il processo lo state facendo voi media".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento