menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sinigaglia tuona: “Programmazione disattesa, a Camposampiero Pediatria rischia la chiusura”

Claudio Sinigaglia, a nome del gruppo dem in Consiglio regionale, si schiera a fianco di amministratori e cittadini che manifesteranno sabato prossimo, 29 settembre, alle 10.30 per l’ospedale di Camposampiero

“Le preoccupazioni e la protesta dei sindaci dell’Alta Padovana sono le nostre, per questo come Partito Democratico sosteniamo la loro mobilitazione”. Claudio Sinigaglia, a nome del gruppo dem in Consiglio regionale, si schiera a fianco di amministratori e cittadini che manifesteranno sabato prossimo, 29 settembre, alle 10.30 per l’ospedale di Camposampiero, in particolare a sostegno del reparto di Terapia intensiva neonatale.

"Fuga di pediatri"

“Nell’ultimo anno c’è stata una vera e propria fuga di pediatri e anche il primario, Marco Filippone, ha presentato le proprie dimissioni per le difficoltà a garantire servizi e prestazioni adeguate. È una situazione insostenibile, di cui la Regione deve farsi carico. Camposampiero ha sempre rappresentato il punto di riferimento per l’area materna e infantile dell’Alta Padovana, ma se continua questo andamento rischia la chiusura. La programmazione sociosanitaria è stata disattesa e non è l’unico caso a Camposampiero: il Centro traumatologico ortopedico, il primo del Veneto, inaugurato un anno fa da Zaia in pompa magna è incompiuto perché non sono state inserite le figure professionali scritte nelle schede sanitarie: manca il neurochirurgo, non c’è la chirurgia vascolare. E menomale che l’iperspecializzazione del Piero Cosma doveva essere un modello da esportare in tutta la regione!”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento