Slot machine e videopoker dei bar svuotati dai ladri con chiavi false

I due autori dei 16 colpi, 6 in provincia di Treviso e 10 in provincia di Padova a Camposampiero e Campodarsego, sono stati incastrati dalle telecamere dei locali e arrestati

Gli arnesi "del mestiere" usati per i furti

I colpi venivano messi a segno nelle prime ore del mattino. Uno agiva, utilizzando chiavi alterate e false per manomettere i contenitori di sicurezza deI soldi delle slot machine e videopoker, e l’altro fungeva da palo, tenendo d'occhio che nessuno, all'interno del bar, si accorgesse del furto in atto.

ANCHE NEL PADOVANO. 16 i colpi che, a seguito di indagine scattata a gennaio 2013 e conclusasi martedì, sono stati attribuiti ai due ladri specializzati, che nel complesso avrebbero incassato circa 20mila euro. 6 quelli commessi in provincia di Treviso e 10 in provincia di Padova. Le zone in cui bazzicavano i due sarebbero Resana, Castelfranco Veneto, Morgano, Casale sul Sile, Quinto di Treviso, Camposampiero, Campodarsego.

ARRESTATI. B.A.F., 36enne residente a Varese, che stava scontando gli arresti domiciliari a Vicenza e M.S., 31enne di Milano con residenza fittizia a Resana, entrambi disoccupati, sono stati ammanettati dai carabinieri di Treviso dopo che, in seguito a svariate segnalazioni da parte di titolari di locali con all’interno slot machine e videopoker, sono stati osservati e sorvegliati, quindi identificati grazie alle telecamere presenti negli esercizi. Al momento i due soggetti si trovano in carcere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro: muore l'imprenditore Tiziano Faccia, fratello dei Serenissimi del Tanko

  • Trova un rotolo di banconote per terra e lo consegna alla polizia locale: succede nell'Alta

  • Violento schianto contro un platano: conducente estratto dalle lamiere e trasportato in ospedale

  • Giallo ai piedi della Specola, due cadaveri in casa: sono due fratelli

  • Colpo grosso al centro commerciale: rubato materiale tecnologico per 30mila euro

  • Caso Tigotà: gli audio di una capo-area che smascherano l'organizzazione dello sciopero

Torna su
PadovaOggi è in caricamento