Cronaca

Al peggio non c'è mai fine: nuovo valore record, Padova è la città più inquinata d'Italia

Lunedì 18 febbraio la centralina Arpav dell'Arcella ha toccato il picco di 133 microgrammi per metro cubo d'aria analizzata: battuto nel giro di 24 ore il triste primato precedente

Sempre peggio. Ricordate quando ieri vi abbiamo segnalato il triste record realizzato domenica 17 febbraio da Padova nella tutt'altro che onorevole categoria "concentrazione di Pm10 nell'aria"? Ebbene, sono bastate 24 ore per batterlo.

Il nuovo record

Un dato che faremmo volentieri a meno di sottolineare, e che invece è giusto che venga evidenziato: lunedì 18 febbraio la centralina Arpav posizionata all'Arcella ha fatto registrare l'incredibile valore di 133 microgrammi per metro cubo d'aria analizzata (ricordiamo che il limite è di 50). Il che vuol dire nuovo primato nel 2019, con Padova che diventa così ufficialmente la città più inquinata d'Italia. Per completezza d'informazione vi indichiamo anche i valori registrati dalle altre stazioni di rilevazione disseminate sul territorio: Padova (Viale Internato Ignoto) 132, Padova (Granze) 131,  Monselice (Via Madre Teresa di Calcutta) 126, Padova (Via Carli) 125, Parco Colli Euganei 114, Este 102. Non c'è davvero altro da aggiungere...

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al peggio non c'è mai fine: nuovo valore record, Padova è la città più inquinata d'Italia

PadovaOggi è in caricamento