menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo sopralluogo nei locali del Selvatico: il liceo artistico tornerà nella sua sede storica

La Soprintendenza è tornata a visitare l'edificio che ospita l'istituto scolastico, dichiarato idoneo ad accogliere aule e laboratori al termine dei lavori di restauro e messa in sicurezza

L'edificio di piazzale Meneghetti continuerà a ospitare gli studenti dell'istituto Pietro Selvatico. Come riporta Il Mattino di Padova, non è ancora un via libera definitivo, ma ieri la Soprintendenza ha dichiarato che le parti aggiunte alla struttura principale sono a norma di legge e utili per far sì che rimanga una scuola.

LA VICENDA.

Il "caso" del liceo artistico è cominciato durante l'estate scorsa, quando la Provincia ne aveva proposto la chiusura e dislocazione in altre strutture per motivi di sicurezza. Chiusura concretizzatasi all'inizio dell'anno scolastico per permettere i lavori di restautro e adeguamento, a cui sono seguite manifestazioni e proteste sia da parte degli studenti che dal personale scolastico.

LA PERIZIA.

Ieri mattina un nuovo sopralluogo con l'architetto Andrea Alberti, direttore della Soprintendenza, e i responsabili di aree Edi Pezzetta per il patrimonio architettonico e Monica Pregnolato per educazione e ricerca. Accompagnati dall'assessore all'edilizia monumentale Andrea Colasio, i tre funzionari hanno fatto il giro della scuola accolti dalla preside Annalisa Squizzato. Dalla perizia è emerso che non sarà necessario abbattere le parti aggiunte, ma che anzi queste potranno ospitare aule e laboratori per migliorare l'offerta formativa. L'obiettivo principale è ora quello di elaborare un progetto condiviso e completo da sottoporre alla Provincia, a cui sta lavorando un gruppo di insegnanti. Tra le proposte, quella di abbattere i solai del prefabbricato per realizzare dei laboratori. Il progetto è poi fondamentale per accedere ai contributi promessi negli ultimi mesi: 2,5 milioni dalla Fondazione Cariparo, 1,2 milioni dal Comune e un milione dalla Provincia.

L'ASSOCIAZIONE.

Da qualche tempo è in fase di costituzione anche l'associazione Amici del Selvatico, aperta a tutta la cittadinanza e promossa promossa dall'ex alunno e celebre artista Elio Armano, con lo scopo di tenere alta l'attenzio sui lavori di restauro affinchè vengano terminati il prima possibile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento