Venerdì, 15 Ottobre 2021
Cronaca San Bellino / Via Romolo Fowst

Droga e criminali tra i clienti: la discoteca afro chiude i battenti fino a dicembre

Nuova sospensione della licenza per un club della prima Arcella gestito da una coppia di nigeriani. Non hanno mai fatto nulla per allontanate la clientela poco raccomandabile

Cocktail, birre, aperitivi ma anche droga e risse. Un listino a misura di piccolo criminale quello de L’Empire’s, che negli ultimi tre anni è stato chiuso a più riprese dalla questura, per un totale di quasi quattro mesi con le serrande abbassate. Stavolta potrà riaprire solo tra 45 giorni.

Clientela problematica

Di proprietà di una donna nigeriana e gestito dal marito, il club di via Fowst incuneato in quell'angolo di Arcella tra via Annibale da Bassano e la ferrovia, è uno dei ritrovi preferiti da delinquenti e spacciatori, per lo più connazionali dei titolari. Proprio la condotta dei clienti ha messo più volte nei guai la discoteca, il cui viavai spaventa i vicini ormai esasperati. Dal canto suo il gestore non fa nulla per selezionare gli avventori e apre le porte a pregiudicati e personaggi poco raccomandabili.

Giù le serrande

Dopo aver sospeso la licenza per tre volte negli ultimi tre anni, gli ultimi due sopralluoghi della polizia hanno dimostrato che ben poco è cambiato. Il 28 giugno all'interno sono stati identificati numerosi stranieri con precedenti. Il 19 ottobre, alla presenza del gestore, sono state trovate 36 dosi di stupefacente (60 grammi) abbandonate a terra. Che il club sia un crocevia per le attività illecite della comunità centrafricana del quartiere era ormai più che un sospetto, tanto che il questore ne ha ordinato la chiusura per 45 giorni sospendendo la licenza a partire dal 23 ottobre.

Un'escalation

Il provvedimento segue quelli già emessi a partire dal novembre 2015, con 15 giorni di chiusura imposti dopo il recupero di 5 dosi di droga pronta da spacciare e numerosi pusher e ladruncoli noti alle forze dell'ordine. Replica in grande a meno di un anno di distanza, con la licenza sospesa 30 giorni a ottobre 2016 dopo una violenta lite sfociata proprio nella discoteca e due persone ferite a bottigliate. L'escalation è proseguita nel maggio successivo, con un altro litigio con 70 stranieri coinvolti e una decina di feriti, tutti con precedenti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga e criminali tra i clienti: la discoteca afro chiude i battenti fino a dicembre

PadovaOggi è in caricamento