menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pregiudicati e spacciatori tra i clienti: chiuso per due settimane un bar in Arcella

La questura ha notificato al Bar Centrale la sospensione della licenza per quindici giorni, dopo che dai controlli è emerso che il locale veniva usato come base dai pusher della zona

Due settimane di stop alla somministrazione di bevande e alimenti per il locale di via Viotti, diventato luogo abituale di ritrovo per pregiudicati e spacciatori di droga.

Clientela pericolosa

Il questore di Padova ha sospeso per quindici giorni la licenza di esercizio del Bar Centrale dopo che una serie di controlli ha accertato la costante presenza di persone pregiudicate e pericolose per la sicurezza pubblica tra gli avventori. Il locale è anche diventato punto di riferimento per diverse persone dedite allo spaccio di stupefacenti in zona.

I controlli

Uno dei frequentatori abituali, trovato in possesso di sostanze stupefacenti all'interno del bar sia nel giugno 2017 che il 23 gennaio scorso, è stato individuato nello stesso esercizio anche il 19 febbraio, poche ore dopo essere stato scarcerato e nonostante avesse già ricevuto un avviso orale. Alla fine di gennaio, durante un altro controllo, sono stati identificati anche altri soggetti già colpiti dal divieto di dimora a Padova e sono state trovate alcune dosi di droga nascoste nel bagno.

La sospensione

La licenza del Bar Centrale era già stata sospesa per gli stessi motivi nel 2010. Il nuovo provvedimento, che si limita all'esercizio di somministrazione di alimenti e bevande, è stato notificato stamattina dagli operatori della divisione polizia anninistrativa della questura.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento