menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

In stazione a Padova per scappare in Romania con uomo più grande

Giovedì pomeriggio, la polizia ha trovato una minore di 17 anni, scomparsa da una casa famiglia a Viterbo, in compagnia di un romeno di 36, sul cui capo pendeva un mandato di arresto europeo per furto

Era seduta a terra, in piazzale Stazione a Padova, che piangeva. Accanto a lei, un uomo più grande. La polizia ha notato la scena, vicino alla zona dei bus, e ha deciso di avvicinarsi per capire cosa stesse accadendo.

RAGAZZA SCOMPARSA. Erano le 17.30 circa di giovedì. Gli agenti hanno identificato entrambi, scoprendo che la madre della ragazza, 17 anni, della provincia di Roma, ne aveva denunciato la scomparsa lo scorso mercoledì 25 marzo. La giovane era stata a casa della mamma, che l'aveva poi accompagnata alla fermata dell'autobus perché la minore rientrasse alla casa famiglia di Viterbo cui è stata affidata.

VOLEVANO SCAPPARE IN ROMANIA. Non ci era però mai arrivata. La 17enne non aveva preso quel bus, ma, in compagnia dell'uomo che le era accanto in stazione, era salita su un treno diretto a Padova. Da qui, insieme, volevano partire per la Romania con una corriera. L'uomo infatti, Lionel S., 36enne romeno, era intenzionato a fare ritorno in patria e portare via con sé la giovane. Lui aveva già comprato un biglietto, ma non era riuscito ad acquistare quello della ragazza, dal momento che i suoi documenti erano rimasti alla casa famiglia.

MANDATO D'ARRESTO EUROPEO. Dall'identificazione del 36enne, denunciato per sottrazione di minore, è emerso che sul suo capo pendeva un mandato d'arresto europeo per furto, emesso dalla Romania, lo scorso settembre, condannato a 3 anni e 4 mesi di reclusione. Gli agenti lo hanno arrestato e condotto in carcere. La ragazza è stata invece riportata in comunità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento