Cronaca

Sovraffollamento carceri, Bitonci "Per 15 cm si risarcisce criminale"

Il sindaco di Padova sottolinea polemico la motivazione della decisione presa dal giudice che ha applicato la norma sul "decreto compensativo" che prevede la corresponsione di 4.800 euro a un già ex detenuto

“Una condanna a 6 anni per associazione a delinquere, prostituzione minorile, violenza privata e falsa testimonianza frutterà a un albanese, recluso nel carcere della nostra città e già rimesso in libertà, 4.808 euro". Il sindaco di Padova, Massimo Bitonci, commenta la decisione del giudice che ha applicato la norma sul "decreto compensativo" introdotta a giugno sulla base delle normative europee che indicano in 3 metri quadrati per detenuto lo spazio minimo in cella sotto il quale la detenzione diventa automaticamente "trattamento disumano e degradante".

"BUONUSCITA DI UN CRIMINALE". Il primo cittadino sottolinea polemico la motivazione della decisione presa dal giudice: "La cella in cui era ospitato sarebbe stata troppo piccola di 15 centimetri: 2 metri e 85 centimetri quadrati invece di 3 metri – dichiara Bitonci – Il ministro Orlando venga a Padova e spieghi perché i veneti devono pagare con le proprie tasse, oltre agli sprechi di Roma, anche la buonuscita di un criminale, mentre le giovani vittime delle sue azioni porteranno per tutta le vita il peso delle violenze subite, senza ricevere neanche un euro. Il ministro blocchi il risarcimento: se non fosse irrisoria rispetto al danno subito, quella cifra dovrebbe essere donata alle vittime e non certo al carnefice".

ASSOCIAZIONE ANTIGONE: "Bitonci non sa cosa siano i diritti umani"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sovraffollamento carceri, Bitonci "Per 15 cm si risarcisce criminale"

PadovaOggi è in caricamento