Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca Stazione / Via Niccolò Tommaseo

Ladro sorpreso mentre cerca di nascondersi dalla polizia: è Diop, autore di diverse spaccate

Ha rotto la porta d'ingresso di un negozio ma mentre rubava i vestiti è scattato l'allarme ed è arrivata la polizia. Ha cercato di scappare dal cortile e si è ritrovato in un vicolo cieco

La vetrina danneggiata, i sacchetti pieni di vestiti abbandonati all’ingresso. È la scena che si è presentata di fronte ai poliziotti. Una volta dentro hanno trovato il ladro che si nascondeva e non era uno qualunque ma Alassane Diop, già arrestato per spaccate, di cui una all'Antico Forno in centro a Padova.

Il fatto

Nella mattinata di lunedì 1 febbraio, una volante stava passando per via Tommaseo quando i poliziotti hanno notato che la porta di un market era semiaperta e danneggiata. Si sono fermati e hanno dato un’occhiata all’interno: proprio in quel momento alla centrale è arrivata la telefonata della proprietaria, una 47enne, che ha ricevuto sul cellulare la notifica dell’allarme. All’ingresso c’erano dei sacchetti con svariati vestiti e la vetrata che dava sul Park Padova Stazione era rotta. Proprio lì, dietro una colonna, si nascondeva Diop, 44enne senegalese, pluripregiudicato e senza fissa dimora, che dopo aver sentito scattare l’allarme e aver visto la macchina della polizia avvicinarsi ha abbandonato la refurtiva all’ingresso cercando di scappare dalla vetrata. E invece si è ritrovato in un cortile senza vie di fuga. È stato arrestato per tentato furto aggravato e dato che non era la prima volta che veniva sorpreso a fare spaccate ai negozi, il pubblico ministero Giorgio Roberti ha disposto che fosse portato in carcere.

Il profilo

Diop è più che una vecchia conoscenza per le forze dell'ordine. Un vero incubo. Arrivato in Italia nel 1998 si è dedicato immediatamente a furti e rapine, collezionando una serie di denunce. Persino lo stupro di una minorenne nel 2016. Fino al 2018 quando nella stagione calda delle spaccate a lui ne vengono attribuite due e viene arrestato. Resta per un po' in carcere e poi, a seguito di una legge speciale, viene portato a Brindisi per essere rimpatriato. Ma qualcosa va storto, il Senegal non dà il via libera quindi Diop se ne torna libero per le strade nel 2019, pronto per riprendere la vita di prima. Ricompare in città lo scorso giugno quando lo arrestano i carabinieri, tornando a piede libero poco dopo. E rieccolo con una nuova spaccata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ladro sorpreso mentre cerca di nascondersi dalla polizia: è Diop, autore di diverse spaccate

PadovaOggi è in caricamento