menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il capo della squadra Mobile di Padova Marco Calì

Il capo della squadra Mobile di Padova Marco Calì

Spacciatori inseguiti da polizia si schiantano in auto e lanciano sassi

Il rocambolesco tentativo di fuga di due tunisini a bordo di un veicolo rubato usato per spacciare hashish a Ponte di Brenta è si è concluso con la cattura e l'arresto dei due pusher, in possesso di 1,5 chili di stupefacente

Inseguiti dagli agenti della squadra Mobile della questura di Padova, due spacciatori tunisini sono finiti con l'auto rubata che utilizzavano per i loro traffici in zona Ponte di Brenta contro l'insegna luminosa di un albergo.

SASSI CONTRO GLI AGENTI. La rocambolesca fuga con la polizia sempre alle calcagna è quindi proseguita a piedi per i campi, dove i due pusher hanno cercato di neutralizzare gli agenti lanciando loro contro grossi sassi trovati lungo il tragitto.

L'ARRESTO. Bloccati infine dai poliziotti, i due tunisini, irregolari in Italia, sono stati trovati in possesso di circa 1,5 chilogrammi di hashish nell'auto rubata. Su disposizione del pm padovano Paolo Luca sono così stati arrestati in flagranza di reato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento