menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di cocaina, un redditizio "affare" di famiglia: 6 arresti

In manette sono finiti 3 fratelli tunisini più un quarto parente, tutti coinvolti nello smercio a Padova dello stupefacente dall'elevato grado di purezza. In carcere anche altri 2 connazionali, trovati con la droga ed accusati di estorsione a un commerciante

Il deposito della "roba" era una fabbrica abbandonata in via Vittorio Veneto. Ieri, nel corso del blitz, gli agenti della Squadra mobile di Padova hanno rinvenuto, nascosti vicino all'edificio, alcuni etti di cocaina in sasso, di elevata purezza, "fresca" di arrivo.

"AFFARI" DI FAMIGLIA. In manette due fratelli tunisini di 28 e 29 anni, a capo del fiorente giro di spaccio, ai quali sono stati sequestrati, oltre alla droga, anche 10mila euro in contanti. Un terzo fratello, che più volte si era sottratto al rimpatrio con gesti autolesionistici, è stato bloccato con difficoltà nella sua abitazione in via Ardigò. Un quarto parente è stato rintracciato nello stesso appartamento, e arrestato in quanto già gravato da ordine di carcerazione.

ESTORSIONE A COMMERCIANTE. Arrestati inoltre altri due tunisini perché trovati in possesso di cocaina e accusati di estorsione ad un commerciante. Gli arrestati sono stati tutti messi a disposizione del pm euganeo D'Arpa.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento