rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Spaccio nel Padovano: 2 arresti e sequestro di eroina, avrebbe fruttato 100mila euro

Due operazioni distinte dei carabinieri di Padova e Piove di Sacco hanno portato all'arresto di un giovane albanese, controllato in zona stazione, ed di un 28enne tunisino

I militari del nucleo radiomobile di Padova nella tarda serata di mercoledì hanno controllato un giovane albanese che si aggirava con fare sospetto in zona Stazione. Identificato in A.M, 18enne tunisino, è stato trovato in possesso di un involucro contenete 535 grammi di eroina che tagliata, avrebbe fruttato 100mila euro. Per il giovane pusher sono quindi scattate le manette.

PIOVESE.

I carabinieri della compagnia di Piove di Sacco, a conclusione di un'articolata indagine, hanno invece dato esecuzione ad un provvedimento di custodia cautelare nei confronti di due pusher tunisini uno dei quali era già stato condannato per reati di droga. I due erano dediti allo spaccio in esercizi pubblici di Piove di Sacco, Sant'Angelo di Piove di Sacco, Saonara e Codevigo.

INDAGINI.

Le indagini sono partite a gennaio quando i militari hanno individuato i due pusher che, una volta contattati telefonicamente, davano appuntamento ai consumatori della Saccisica in prossimità di bar della zona. La tariffa fissa per ogni singola dose da mezzo grammo di cocaina era di 50 euro.

In manette M.M., 28enne senza fissa dimora, che recentemente aveva spostato il suo domicilio a Borgoricco e il connazionale S.R.  domiciliato a Latisana (Udine) sottoposti ad indagine per continuative cessioni di cocaina nel periodo compreso tra novembre 2015 e maggio 2017. M.M è stato ristretto al carcere Due Palazzi mentre nei confronti del connazionale è scattato il divieto di dimora nelle province di Padova e Venezia.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio nel Padovano: 2 arresti e sequestro di eroina, avrebbe fruttato 100mila euro

PadovaOggi è in caricamento