menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vendeva la droga ai ragazzini in stazione a Padova: preso sul fatto

Un tunisino 36enne è stato arrestato, sabato, tra via Cairoli e in via Bixio a Padova, dopo essere stato sorpreso a cedere dell'hashish ad un 16enne. Lo straniero è stato condannato ad 8 mesi di reclusione

Sabato scorso, in zona stazione a Padova, gli agenti del Reparto di polizia giudiziaria della polizia locale hanno arrestato in flagranza di reato Zoubair A., tunisino di 36 anni, in Italia dal 2001, più volte fermato dalle forze di polizia per detenzione di stupefacenti.

L'APPOSTAMENTO. La polizia locale da tempo stava tenendo d'occhio un gruppetto di minori sospettati di fare uso di droga. Durante un servizio di prevenzione, uno dei minori già attenzionati è stato notato mentre di aggirava cercando contatti in via Cairoli e in via Bixio, zona nota proprio per la presenza costante, soprattutto nel pomeriggio, di cittadini extracomunitari dediti allo spaccio.

LO "SCAMBIO". Dopo la contrattazione, lo spacciatore si è spostato per prelevare delle barrette dal davanzale di una finestra di uno stabile poco distante. Lo scambio dello stupefacente con i contanti è avvenuto molto rapidamente. A quel punto gli agenti hanno fermato il ragazzino, appena 16enne, che, colto di sorpresa, ha subito consegnato la droga appena acquistata, risultata poi hashish per un totale di 3 grammi.

FERMATO LO SPACCIATORE. La pattuglia si è poi diretta verso il tunisino che, nel frattempo, si era messo a contrattare con altri tossici. Vistosi senza via di scampo, lo spacciatore si è lasciato perquisire. Addosso gli sono stati trovati 30 euro in contanti, provento dell'attività illecita, e un cellulare usato per i contatti. Sul posto è intervenuta anche l’unità cinofila della polizia locale, con il cane Rusty. L'area è stata passata al setaccio. Non distante state rinvenute altre barrette di hashish per un totale di 8,93 grammi, che il Tunisino teneva di scorta per altro spaccio.

arrestato-6-2ARRESTATO. Il minore di sedici anni, risultato ospite di una comunità di accoglienza, su disposizione del pubblico ministero dei Minori è stato affidato ad un responsabile della comunità stessa e segnalato alla prefettura. Lo spacciatore è stato arrestato. Lunedì, alle ore 11.30, si è svolto il processo per direttissima. Lo straniero è stato condannato a 8 mesi di reclusione e 4mila euro di multa ma, essendo incensurato, la pena è stata sospesa. Nonostante il pm avesse sollecitato il divieto di dimora nel Veneto, vista la probabilità che il soggetto tornasse a spacciare, il giudice non ha accolto richiesta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento