Cronaca Prato / Via Alessandro Manzoni

Spaccio di droga a Padova, tre arrestati: due sorpresi sul fatto

In manette un 32enne nigeriano, visto cedere eroina ad una ragazza tra le zone industriali di Padova e Vigonza. Fermato anche un connazionale, solito spacciare a Ponte di Brenta. Il terzo arresto in via Manzoni

I carabinieri di Noventa Padovana, giovedì sera, tra le zone industriali di Padova e Vigonza, hanno arrestato Augustine U., nigeriano di 32 anni, per spaccio di sostanze stupefacenti. Il giovane, in Italia senza fissa dimora, è stato bloccato dopo avere appena ceduto, per 35 euro, 1,50 grammi di eroina, in due involucri di cellophane, ad un ragazzo di 27 anni, segnalato alla prefettura in qualità di assuntore. Il pusher è stato accompagnato alla casa circondariale di Padova a disposizione dell'autorità giudiziaria.

SPACCIO A PONTE DI BRENTA. Nelle stesse ore, tra le 20 e le 21, nell'ambito dello stesso servizio, i militari hanno arrestato anche Augustine Chinedu N., nigeriano di 39 anni, residente a Padova, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip del tribunale patavino. L'uomo, a seguito di attività investigative, è ritenuto responsabile di numerose cessioni di droga a Ponte di Brenta. Condotto nelle camere di sicurezza della stazione dell'Arma di Padova principale, il 39enne è stato processato per direttissima l'indomani mattina.

IN VIA MANZONI A PADOVA. In manette anche un tunisino di 40 anni, senza fissa dimora, fermato dalle volanti della questura alle 19 di giovedì, in via Manzoni a Padova. La polizia lo ha notato a bordo di un'auto sospetta, parcheggiata a bordo strada, in compagnia di una 32enne di Rovigo, cui aveva appena ceduto della cocaina. La ragazza è stata segnalata come assuntrice alla prefettura.


 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spaccio di droga a Padova, tre arrestati: due sorpresi sul fatto

PadovaOggi è in caricamento