Spara in aria per spaventare i ladri in azione nella sua azienda: imprenditore denunciato

All'ottantenne di Rubano, l'avere premuto il grilletto è costato una denucia penale in Procura per esplosioni pericolose e l'apertura di un procedimento amministrativo in Prefettura

Una decina di giorni fa, avrebbe esploso due colpi di fucile in aria al fine di spaventare i malviventi che si erano introdotti nella sua ditta, l'azienda Bovo Srl, in via dell'Industria a Rubano. Lui non ha ammesso di avere sparato, né i colpi, dalla posizione da cui sono partiti, avrebbero potuto in qualche modo raggiungere e ferire i ladri in azione, tuttavia - come riportano i quotidiani locali - all'imprenditore ottantenne, l'avere premuto il grilletto è costato, oltre che una denucia penale in Procura per esplosioni pericolose, anche l'apertura di un procedimento amministrativo in Prefettura, con il ritiro e il sequestro delle armi (diversi fucili detenuti dall'uomo, da anni cacciatore).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

SPARI IN ARIA PER SPAVENTARE I LADRI. Erano le 21 circa della sera di Venerdì Santo, quando è scattato l'allarme e il titolare della ditta ha visto le telecamere riprendere la banda di banditi in azione nell'edificio. Negli ultimi mesi, l'azienda aveva già subìto altri 5 furti, quello è stato il sesto. Probabilmente esasperato dalle continue incursioni, l'imprenditore avrebbe esploso in aria alcuni colpi di fucile, allo scopo - non raggiunto - di far desistere i ladri dal proprio intento criminale. I delinquenti si sono dileguati a bordo di un furgone: erano già riusciti ad appropriarsi di cavi in rame per un valore di 1.500 euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Live - In serata morto un 47enne. Ripartenza, tornano i pranzi sui colli

  • Gravissimo incidente nella serata: un decesso e due persone ferite nello schianto

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

Torna su
PadovaOggi è in caricamento