Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Stalkizzava l'assistente sociale 53enne recidivo ora a giudizio

Dopo aver perseguitato per anni l'ex moglie e il figlio, si accanisce contro la professionista che il Comune gli aveva affidato per superare la difficile situazione dopo l'arresto. Telefonate e minacce, a dicembre il processo

Perseguitava l'assistente sociale, la donna alla quale era stato affidato per superare la situazione di difficoltà in cui si trovava, e a dicembre finirà a guidizio. Come riportano i quotidiani locali, protagonista della vicenda sarebbe un 53enne di Albignasego, accusato di aver stalkizzato, con telefonate e minacce, la professionista che il Comune aveva incaricato di seguire il suo caso.

CAUSA. La donna gli avrebbe chiesto di rivolgersi al proprio medico per recarsi da uno psichiatra per un controllo. Da qui avrebbe avuto inizio l'atteggiamento persecutorio nei suoi confronti.

MALTRATTAMENTI. L'uomo non sarebbe nuovo a questi comportamenti, nel 2012 era stato indagato per maltrattamenti in famiglia nei confronti di moglie e figlio, tanto che i famigliari sarebbero stati inseriti in una struttura protetta. Questo provvedimento non avrebbe fermato il 53enne, che avrebbe continuato a molestare l'ex compagna, motivo per cui i carabinieri gli avrebbero stretto le manette ai polsi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalkizzava l'assistente sociale 53enne recidivo ora a giudizio

PadovaOggi è in caricamento