Cronaca Saccolongo

Guerra per l'eredità a Saccolongo Minaccia la madre e va in galera

Una lotta tra mamma, figlio e sorelle per la residenza di famiglia. L'uomo è stato condannato a 8 mesi di reclusione per stalking: aveva molestato l'anziana con violenze e intimidazioni

Una lotta per l'eredità trasformatasi in una vera e propria guerra, per ora placata dalla decisione del giudice padovano che ha condannato l'uomo a 8 mesi di carcere. Il tutto, come riportano i quotidiani locali, sarebbe iniziato da un contenzioso a proposito della casa di famiglia a Saccolongo. Il 57enne, in lite con le sorelle e con la madre, avrebbe minacciato l'anziana e tentato di occupare l'abitazione incriminata.

LA CONDANNA. Il commerciante, un uomo di mezza età residente a Veggiano, era già stato colpito da divieto di avvicinamento alla madre e alla vecchia casa rurale in cui vive la donna. Per lui era stato addirittura studiato un itinerario alternativo per recarsi a lavoro, in modo da tenerlo alla larga. Provvedimento ora decaduto, dopo l'ultima sentenza: 8 mesi con sospensione condizionale, accompagnati da una provvisionale di 6mila euro, senza contare il risarcimento ancora da quantificare.

LO STALKING. La condanna per stalking familiare segue parecchie denunce da parte della madre e delle sorelle. Pare che l'uomo sia stato accusato di una serie di molestie nei confronti della signora, che avrebbe persino minacciato di morte brandendo un coltello. Non solo. Avrebbe bloccato con delle tavole di legno l'accesso all'anziana ai piani superiori dove lui risiedeva. Una serie di scontri che hanno provocato un forte stato d'ansia all'82enne, già malata e con problemi di deambulazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra per l'eredità a Saccolongo Minaccia la madre e va in galera
PadovaOggi è in caricamento