rotate-mobile
Cronaca Maserà di Padova

Stalker continua a perseguitare l'ex: si aggrava la misura cautelare

Il 40enne era già destinatario del divieto di avvicinamento ma non l'ha mai rispettato. Continuava a perseguitare l'ex compagna così il gip ha deciso per l'obbligo di dimora

Dal divieto di avvicinamento all’obbligo di dimora. La misura cautelare nei confronti di un 40enne è stata aggravata perché l’uomo continuava a perseguitare l’ex compagna.

I fatti

Lunedì 20 settembre il gip ha disposto l’aggravamento della misura cautelare, eseguita dai poliziotti della Squadra mobile, nei confronti di un 40enne di Maserà di Padova, rinviato a giudizio per atti persecutori, sequestro di persona e danneggiamento. L’uomo era già sottoposto al divieto di avvicinamento all’ex compagna, un divieto che non ha mai rispettato. La donna lo aveva denunciato perché dopo la rottura del loro rapporto (avvenuta perché l’uomo era possessivo e pretendeva il controllo sulla sua vita) lui aveva cominciato a perseguitarla. Ha pubblicato foto compromettenti, scattate senza consenso, le ha rubato il cellulare, le chiavi dell’auto. Una sera, visibilmente ubriaco, ha fermato l’auto della donna e ha cominciato a tirare calci, cercando di aprire la portiera strappandone lo specchietto laterale e la maniglia. Le inviava mail deliranti e la vittima era costretta a vivere in uno stato di perenne ansia per la propria incolumità. Il gip ha deciso che lo stalker non potrà lasciare il proprio comune di residenza, diverso da quello della parte offesa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Stalker continua a perseguitare l'ex: si aggrava la misura cautelare

PadovaOggi è in caricamento