menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Padova sportello anti-stalking Assisterà vittime e persecutori

Dal 14 novembre offrirà consulenza psicologica e legale per la risoluzione del problema, consigliando i comportamenti più idonei a ridurre gli atti persecutori e, dove possibile, cercando una mediazione tra le parti

Sarà attivato a partire dal 14 novembre e assisterà sia le vittime che i persecutori. A Padova nasce lo sportello anti-stalking, un servizio nato nell'ambito del progetto "Com-Munitas: la Giusta Strada", che offrirà consulenza psicologica e legale per la risoluzione del problema, consigliando i comportamenti più idonei a ridurre gli atti persecutori e laddove sia possibile cercando una mediazione tra le parti per porre fine al fenomeno. Porte aperte tutti i giovedì dalle 16 alle 18 in via Gradenigo 10 nei locali del Centro servizi volontariato.

COSA OFFRE LO SPORTELLO. Nel dettaglio questo nuovo servizio, in collaborazione con i centri anti-violenza attivi sul territorio, si prefigge di fornire accoglienza e primo ascolto del bisogno, consulenza legale e psicologica con supporto diretto alla vittima e ai presunti autori di reato, formazione specifica per gli operatori dello sportello, prevenzione e informazione alla comunità (per esempio nelle scuole) e promozione di gruppi di auto-aiuto per vittime di stalking.

AVVOCATI E PSICOLOGI DI STRADA. È dal 2004 che a Padova è nato lo sportello Avvocato di strada che, grazie al servizio volontario e gratuito di avvocati, esperti legali, studenti universitari e cittadini, permette consulenza e assistenza legale alle persone senza fissa dimora, in maniera totalmente gratuita. In nove anni sono state migliaia le persone che si sono rivolte agli sportelli e centinaia le pratiche aperte. Dal 2010, inoltre, con l’avvio del progetto Com-Munitas si è affiancato il progetto Psicologo di strada che vede professionisti del settore mettere a disposizione tempo e competenze per analizzare le domande delle persone e individuare bisogni e disagi presenti. Avvocato e psicologo di strada si integrano per chiarire alle persone senza dimora i diritti sociali esigibili o aiutandole a prendersi la responsabilità dell’atto giudiziario (sporgere una denuncia, o comprenderne le motivazioni e difendersi se l’ha ricevuta), nell’obiettivo di rendere le persone partecipi e consapevoli della responsabilità civile o penale dei loro comportamenti.

IL SERVIZIO COM-MUNITAS. Sostenuto da Caritas Padova, Fondazione Cassa di risparmio di Padova e Rovigo, Centro servizi volontariato, il progetto Com-Munitas ha cura di tutte quelle persone che vivono situazioni critiche dal punto di vista dell’inserimento nella società, del mantenimento di un adeguato equilibrio psico-fisico, dell’accessibilità e del godimento dei propri diritti, al fine di garantire loro la conservazione della propria dignità e progettualità. Con il progetto Com-Munitas nel biennio novembre 2010 - ottobre 2012 sono state seguite gratuitamente oltre 450 persone che si trovavano in situazioni di difficoltà a causa di problemi legali, relazionali, fisici o psichici. Il servizio viene garantito dall’opera volontaria di professionisti: avvocati, praticanti e laureati in giurisprudenza; psicologi (anche tirocinanti e specializzandi), che entrano in contatto con gli utenti grazie a una presenza costante sul territorio e dove sono già attivi altri Servizi per le persone in stato di bisogno: le cucine economiche popolari, il centro di ascolto della Caritas diocesana, ecc. A tutt’oggi sono circa 40 i professionisti-volontari che vi collaborano.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento