rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Studente suicida, da Perugia un cuore per trapianto a Padova

Salvate molte vite umane grazie alla donazione autorizzata dai genitori del 16enne che ha tentato di togliersi la vita ed è poi morto in ospedale. Gli organi impiantati in pazienti del capoluogo umbro, Padova e Roma

Si è concluso mercoledì mattina, all'ospedale di Perugia Santa Maria della Misericordia, il lungo e complesso intervento chirurgico che ha permesso l'espianto degli organi di un giovane studente di Corciano che una settimana fa aveva tentato di togliersi la vita nella sua abitazione e che, soccorso dai genitori, è poi stato dichiarato morto martedì nel nosocomio dove si trovava ricoverato in condizioni disperate. La direzione sanitaria ha seguito e coordinato tutte le attività che hanno visto impegnato oltre 30 operatori. Gli organi verranno impiantati in giornata in pazienti di Perugia, Padova e Roma.

IL CUORE A PADOVA. In una delle sale del blocco operatorio Vittorio Trancanelli si è proceduto per primo all’espianto del cuore, con una equipe composta dai chirurghi Giuseppe Toscano e Fabio Zucchetta, l’organo è stato trasportato in aereo all’ospedale di Padova. Successivamente si è proceduto al prelievo del fegato, effettuato dall’equipe medica diretta dal dottor Francesco Nudo, che provvederà ad impiantarlo ad un paziente umbro di 57 anni, ricoverato all’ospedale Umberto I di Roma. La terza equipe, composta dai chirurghi Adolfo Petrina e Francesco De Santis, è intervenuta per il prelievo dei reni, considerati compatibili per due pazienti affetti da gravi patologie nefrologiche, e da tempo in attesa di trapianto. Entrambi riceveranno i reni nelle strutture del Santa Maria della Misericordia. Infine l’espianto delle cornee eseguito dalla dottoressa Barbara Iaccheri. "Desidero esprimere ai familiari del giovane studente i sentimenti di vicinanza per il dramma che stanno vivendo - ha dichiarato il direttore generale dell’azienda ospedaliera di Perugia Walter Orlandi - porgendo loro le condoglianze e ringraziandoli per il nobile gesto di donazione degli organi, che salveranno molte vite umane".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Studente suicida, da Perugia un cuore per trapianto a Padova

PadovaOggi è in caricamento