menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Studio-shock: più droga, alcool e sesso per chi vive con un solo genitore

I risultati dell'indagine condotta dalla Fondazione Foresta con alcuni psicologi dell'Università di Padova su 2.170 diciottenni maschi

Chi vive con un solo genitore è maggiormente esposto a comportamenti a rischio: questo il risultato dello studio condotto dalla Fondazione Foresta Onlus con un gruppo di psicologi, coordinato dalla professoressa Ghisi del dipartimento di psicologia generale dell’Università di Padova, e presentato oggi al 33esimo convegno di Medicina della Riproduzione presieduto dal professor Carlo Foresta.

2.170 diciottenni censiti

Da oltre dieci anni la Fondazione Foresta è promotrice del progetto andrologico permanente, rivolto ai ragazzi frequentanti l'ultimo anno delle scuole superiori di Padova a provincia: un'iniziativa che riveste un ruolo di fondamentale importanza quale quella di fornire informazioni in tema di patologie del sistema riproduttivo, malattie sessualmente trasmesse, stili di vita e abitudini sessuali con l'auspicio di favorire la prevenzione della salute andrologica e riproduttiva dei giovani fornendo loro conoscenze e strumenti per la salvaguardia del proprio benessere. Proprio a questo scopo è stato proposto a 2170 giovani diciottenni maschi un questionario che ha permesso di raccogliere dati sul loro stile di vita inerenti l'alimentazione, il fumo, le bevande alcoliche, le sostanze stupefacenti, la sessualità e l'utilizzo di internet. È stato così possibile delineare un quadro che pone in rilievo delle componenti nuove rispetto a quelle precedentemente osservate e che sollecita a riflettere sulle dinamiche sociali rivolgendo una particolare attenzione alla varietà della composizione familiare.

I risultati

A tal proposito è emerso che i ragazzi che non vivono con entrambi i genitori (14,3%) sono maggiormente esposti a comportamenti a rischio; essi, infatti, assumono più frequentemente bevande alcoliche in un mese e in quantità maggiore rispetto a chi vive con entrambi i genitori (35,1% vs 26,9%), riportano in misura maggiore di fumare (42,4% vs 32,3%) di aver assunto sostanze stupefacenti (56,9% vs 47,3%), di avere più partner sessuali (25,7% vs 15,8%) e di avere rapporti sessuali non protetti (40,3% vs 32,6%).  I ragazzi che hanno fratelli e/o sorelle riferiscono di bere mensilmente alcolici più frequentemente dei figli unici (29,2% vs 21,3%) e questi ultimi utilizzano maggiormente il preservativo rispetto ai primi (81,7% vs 78,6%).
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento