menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Quindicenne stuprata in discoteca Indagato anche un amico del dj

L'ipotesi di accusa è sequestro di persona. Il giovane avrebbe trattenuto l'amica della vittima per impedirle di accorrere in suo aiuto, favorendo, quindi, la violenza sessuale. Continua la gogna sui social network

Una seconda persona risulta indagata, con l'ipotesi di sequestro di persona, come riporta Il Corriere del Veneto, nell'ambito dell'inchiesta per il presunto stupro di una 15enne dell'Alta Padovana, avvenuto in una nota discoteca di Castelfranco Veneto. Della violenza, è accusato un dj ventenne padovano, ma, dal racconto della giovane, era emerso un altro dettaglio: un amico del pr avrebbe trattenuto un'altra ragazza per impedirle di intervenire in suo soccorso.

LA GOGNA SUI FACEBOOK. Il caso ha fatto scalpore. Facebook è divenuto una sorta di tribunale virtuale e inclemente. Dopo le accuse lanciate nei confronti del 20enne, sono tantissime le persone che hanno messo alla gogna la 15enne, convinte che, nella sua versione dei fatti, qualcosa non torni, che la sua testimonianza sia falsa e che quel giovane dj non avrebbe mai commesso un simile reato. Molte meno quelle che invece si schierano dalla parte della presunta vittima. Dopo la denuncia, la giovane si era fatta refertare, e i medici avevano riscontrato dei segni sui polsi che confermerebbero l'aggressione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento