Cronaca

Il macellaio morto nella cella frigo si sarebbe accoltellato due volte

Due coltellate avrebbero ucciso il 35enne trovato senza vita, domenica pomeriggio, all'interno del supermercato Famila di Curtarolo. Le indagini dei carabinieri propendono per un suicidio. Martedì l'autopsia

Due coltellate. Si sarebbe trafitto due volte, come riportano i quotidiani locali, il 35enne macellaio trovato morto dissanguato, domenica pomeriggio, nella cella frigorifera del supermercato Famila di Curtatolo, con un coltello conficcato nel petto.

LE TELEFONATE DEI GENITORI. Un fatto inquietante, una tragedia che ha lasciato sgomenti i colleghi del giovane e i clienti del negozio che lo conoscevano e che scambiavano con lui qualche battuta durante le ore lavorative. Sconvolti i genitori, che quel giorno avevano invano provato a chiamarlo, perché lo attendevano a casa per pranzo.

LE INDAGINI. Secondo quanto ricostruito finora dai carabinieri, si è trattato con tutta probabilità di un suicidio. Anche se il ragazzo non avrebbe lasciato nulla di scritto. Esclusa sin da subito la pista dell'omicidio: le porte della cella frigorifera erano sensorizzate - verificavano ogni entrata ed uscita - per cui l'eventuale presenza di un'altra persona nel locale sarebbe stata registrata. Martedì mattina l'autopsia disposta dal pm Emma Ferrero. Il medico legale sarà anche in grado di stabilire l'ora esatta del decesso, per ora collocato tra le 11.30 e le 15.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il macellaio morto nella cella frigo si sarebbe accoltellato due volte

PadovaOggi è in caricamento