menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al 113: "Venite, c'è una donna sul cornicione", ma è un falso allarme

Una signora si sporge dal quarto piano di un edificio. Un cittadino pensa al peggio e chiama la polizia. Una volante arriva in via Trieste a Padova per un presunto intento suicida. Ma sul davanzale non c'è più nessuno

"Venite, c'è una donna su un cornicione". Un cittadino padovano, giovedì mattina, convinto che nel palazzo di fronte ci fosse una persona con intenti suicidi, ha messo in pratica il proprio senso civico, allertando la polizia e cercando, in cuor suo, di sventare una possibile tragedia.

LA SEGNALAZIONE. È mezzogiorno quando il centralino del 113 riceve una chiamata da via Trieste a Padova. La voce al telefono riferisce di una donna pericolosamente protesa dal quarto piano di un edificio. La centrale invia immediatamente una volante sul posto, ma, il tempo di voltarsi nuovamente verso la finestra, sul cornicione non c'era più nessuno.

FALSO ALLARME. L'auto della polizia ormai era partita, ma della donna con probabili intenzioni estreme non c'era più traccia. Si è trattato evidentemente di un falso allarme. Forse una signora si era affacciata a prendere una boccata d'aria, e il cittadino ha interpretato male la situazione. Una segnalazione in buona fede, ovviamente, ma, per fortuna, sbagliata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento