Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca

Tachigrafo sul camion truccato con il metodo del "bulbo fantasma"

Guidava ma risultava "a riposo". Il conducente è stato sottoposto ad un controllo a Padova Est. Gli accertamenti hanno permesso di "scovare" un dispositivo "parallelo" nascosto

Giovedì pomeriggio, verso le 16.45, nell'ambito di una normale attività di controllo stradale, una pattuglia della sezione Polizia stradale di Padova ha fermato un complesso veicolare in transito nella zona industriale di Padova Est.

IL "BULBO FANTASMA". Ne è emerso che i file scaricati dal tachigrafo digitale installato sul veicolo presentavano diverse anomalie. L'autista e il camion sono stati quindi condotti ad un'officina specializzata per gli accertmenti tecnici e la verifica di eventuali alterazioni o manomissioni del dispositivo. Nascosto nella fiancata laterale destra della cabina del tir è stato, infatti, "scovato" un impianto tachigrafico "parallelo", che, collegato tramite connettori di deviazione all'unità di archiviazione di bordo e attivabile dal conducente mediante l'uso di un piccolo pulsante, andava ad azionare il dispositivo di alterazione, detto "bulbo fantasma". Con tale dispositivo, i dati di registrazione del conducente venivano modificati a piacimento dall'autista, in modo da eludere i controlli delle forze di polizia, facendo riscontrare ai controlli una "fase di riposo" in realtà mai effettuata dal conducente.

RITIRO PATENTE E SANZIONI. Al termine degli accertamenti, il personale della polizia stradale ha acquisito la stumentazione di falsificazione e proceduto al ritiro della patente di guida ai fini della sospensione nei confronti dell'autista. Inoltre, la ditta proprietaria del veicolo è stata sanzionata per circolazione con tachigrafo alterato o manomesso, per un importo complessivo di 2.510 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tachigrafo sul camion truccato con il metodo del "bulbo fantasma"

PadovaOggi è in caricamento