Irregolari scaricati lungo Statale del Santo: tampone negativo, caccia ai bus "fantasma"

Appurato che non avevano contratto il Covid, gli stranieri sono stati accompagnati in stazione: hanno preso un treno per raggiungere le famiglie. Il caso approda in Procura

Dopo l’esito negativo dei tamponi sono ripartiti gli stranieri lasciati lungo la Statale del Santo nel pomeriggio di venerdì 10 luglio. Ma le indagini per capire cosa sia accaduto proseguono.

I fatti

In trenta, tra bengalesi, pakistani e surinamesi, sono comparsi all’improvviso sulla Regionale 308, vicino alla discarica di Reschiglian verso le 15.30. La maggior parte di loro sono scappati. Quelli rimasti, dieci irregolari e uno con passaporto scaduto, sono stati soccorsi dalla Protezione civile di Campodarsego mentre le operazioni sono state coordinate dal comandante della Federazione del Camposampierese Antonio Paolocci. Sono stati accompagnati in un magazzino della Protezione civile e lì rifocillati. A quanto hanno riferito arrivavano dalla Lombardia ed erano diretti in Emilia.

Il nodo tamponi

Nel corso della notte, come stabilisce la normativa regionale in merito al coronavirus, sono stati tutti sottoposti a tampone all’ospedale universitario di Padova. L’esito è negativo per ciascuno di loro. All’alba gli stranieri hanno chiesto di essere accompagnati in stazione e hanno preso il treno per Bologna, Roma o Napoli, probabilmente per ricongiungersi alle loro famiglie.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le indagini

Ad indagare sarà il sostituto procuratore Benedetto Roberti. Ancora non è chiaro chi li abbia condotti nel Padovano, con quale mezzo (c’è chi dice in taxi, chi in pullman, chi addirittura in camion) e perché li abbia lasciati per strada. Entro cinque giorni gli undici stranieri dovranno presentarsi in qualsiasi questura per sistemare la loro posizione. Resta l’incognita dei loro compagni di viaggio scappati prima dell’arrivo della polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento