menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arresto di Luca Claudio

L'arresto di Luca Claudio

Tangentopoli delle Terme, la finanza sequestra i beni di Claudio (e moglie) e Bordin

Le fiamme gialle stanno mettendo i sigilli al patrimonio degli ex sindaci di Abano e Montegrotto. Anche un appartamento a Roma intestato all'ex consorte del primo

La Guardia di Finanza di Padova sta sequestrando il patrimonio mobiliare e immobiliare dell'ex sindaco del comune di Abano Terme Luca Claudio, detenuto dal 23 giugno scorso nella casa circondariale di Padova e a cui è stata accolta la richiesta di patteggiamento a 4 anni, e dell'ex sindaco del comune di Montegrotto, Massimo Bordin, per oltre 1,8 milioni di euro.

SIGILLI AL "TESORETTO". Tra i beni sequestrati 9 immobili di proprietà delle società Soleluna srl e Rls srl, riconducibili di fatto a Luca Claudio, e un appartamento a Roma intestato all'ex moglie di quest'ultimo. Il gip del tribunale di Padova ha disposto non solo il sequestro delle somme che costituiscono i proventi delle tangenti, ma anche quelle di cui Luca Claudio non ha saputo spiegare la provenienza. In pratica è stato sequestrato il patrimonio da lui accumulato negli ultimi 10 anni, in quanto sproporzionato al suo reddito.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento