rotate-mobile
Cronaca Abano Terme

Tangentopoli delle Terme, Luca Claudio è tornato nella sua casa di Mezzavia

Il pm Federica Baccaglini ha concesso i domiciliari all'ex sindaco di Abano Terme che da mercoledì ha fatto ritorno nella sua abitazione padovana dopo il periodo a Porto Levante

Luca Claudio è tornato a casa. Come riporta il Mattino di Padova a quasi un anno dal suo arresto, l'ex sindaco di Abano Terme avrebbe fatto ritorno nella sua abitazione di Mezzavia grazie alla concessione del pm Federica Baccaglini. Dopo aver  patteggiato 4 anni, nell'aprile scorso era tornato ai domiciliari a Porto Levante misura detentiva alternativa al carcere che l'uomo chiave dell'inchiesta sulla  "Tangentopoli delle Terme" aveva già ottenuto il 2 marzo scorso, ma si era visto revocare in tempi da record - dopo appena 3 giorni - a causa dell'intervista rilasciata ad un quotidiano locale dalla sua dimora a Porto Levante (nel comune rodigino di Porto Viro), in cui si era dichiarato innocente nonostante l'ammissione, nel memoriale dello scorso giugno, di parte delle responsabilità nei fatti contestati.

BALLOTTAGGIO ABANO. Luca Claudio ha ottenuto i domiciliari nella sua abitazione tra il primo e il secondo turno delle elezioni amministrative di Abano. Una scelta legata al fatto che fiamme gialle e procura volevano tenerlo lontano dalla piazza aponense in modo che non potesse influenzare l'esito delle elezioni.

AD APRILE 2015: SCOPPIA LA "TANGENTOPOLI DELLE TERME" - LUGLIO 2015: Finanza in società e a casa di Claudio - L'INCHIESTA SI AMPLIA: Dal verde ai grandi appalti - L'ASSESSORE DI MONTEGROTTO: "Sistema creato da Luca Claudio" - GIUGNO 2016: L'arresto di Luca Claudio - LUGLIO 2016: Nuovo filone d'inchiesta "Operazione bonifica"  - DICEMBRE 2016: Luca Claudio patteggia 4 anni - MARZO 2017: Luca Claudio scarcerato va ai domiciliari  - Luca Claudio torna in carcere dopo l'intervista 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangentopoli delle Terme, Luca Claudio è tornato nella sua casa di Mezzavia

PadovaOggi è in caricamento