menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I partecipanti al tavolo tecnico

I partecipanti al tavolo tecnico

Incontro in Provincia anti-smog "Biglietto unico mezzi pubblici"

Concordati ulteriori provvedimenti per il contenimento dell’inquinamento atmosferico. Il vice presidente provinciale, Fabio Bui: "Va valutato un accordo tra tutte le aziende di trasporto pubblico locale, tra cui Trenitalia"

Alla vigilia di Natale, in considerazione delle persistenti concentrazioni di Pm10 riscontrate su tutto il territorio padovano dalle centraline dell’Arpav, è stato convocato d'urgenza il tavolo tecnico zonale “Area Metropolitana di Padova”, integrato con i 4 Comuni del territorio provinciale con una popolazione superiore ai 15mila abitanti (Este, Monselice, Cittadella e Piove di Sacco), per concordare ulteriori provvedimenti per il contenimento dell’inquinamento atmosferico. Erano presenti 22 Comuni sui 24 convocati, oltre ai rappresentanti dell'Arpav provinciale e delle Ulss. Arpav ha illustrato la situazione, con particolare riferimento al mese di dicembre, evidenziando le giornate in cui sono stati superati i limiti di legge, e ha sottolineato come negli ultimi giorni, grazie alle condizioni meteo, al minor traffico e alla concomitante chiusura di alcune aziende nel periodo natalizio, si sia registrato un temporaneo miglioramento.

I PROVVEDIMENTI. Il Tavolo ha concordato di aggiornare e integrare la precedente disposizione del 5 ottobre prevedendo, nel periodo dal 4 gennaio 2016 al 15 aprile 2016:

- il blocco dei veicoli alimentati a benzina Euro 0 non catalizzati;

- il blocco dei veicoli alimentati a gasolio Euro 0 - 1 - 2;

- il blocco dei ciclomotori e motoveicoli a due tempi immatricolati prima dell'1.1.2000 o non omologati ai sensi della direttiva 97/24/EC;

- l’abbassamento della temperatura interna di un grado negli ambienti di vita, riscaldati da impianti termici alimentati a combustibile non gassoso;

- la riduzione di due ore al giorno di attivazione degli impianti termici civili, che non potrà quindi superare le 12 ore quotidiane rispetto alle 14 max previste dalla normativa;

- il lavaggio delle strade (con temperature superiori ai 3 gradi);

- il divieto di combustione delle ramaglie.

BIGLIETTO UNICO GIORNALIERO PER I MEZZI PUBBLICI. “Come Provincia – ha dichiarato il vice presidente, Fabio Bui - abbiamo già assegnato contributi per 150.000 euro per la sostituzione di caldaie obsolete con nuovi generatori di calore, caratterizzati da riduzione del consumo di energia e dall’emissione di gas non climalteranti. Le richieste pervenute sono state 479, di cui 418 ammissibili, tra le quali sono state selezionate le prime 150. Hanno presentato domanda sia privati cittadini che condomini, siti sul territorio provinciale e destinati a civile abitazione. Già agli inizi di ottobre si era provveduto  a predisporre un provvedimento, destinato a tutti i sindaci del territorio, con l’invito a condividere le iniziative emerse dal Tavolo Tecnico Zonale, e oggi riformulate alla luce dei nuovi dati. Spetta ora ad ogni sindaco, in maniera autonoma, attuare quanto previsto dal Tavolo. Il mio fermo convincimento è che occorra assumere e valutare assieme, fin dai primi giorni di gennaio prossimo, provvedimenti strutturali e non emergenziali per il contenimento dell'uso degli autoveicoli, in particolar modo quelli più inquinanti. Su tale aspetto ritengo che vada valutato un accordo tra tutte le aziende di trasporto pubblico locale, tra cui Trenitalia, per la creazione di un biglietto unico giornaliero integrato con il trasporto urbano. Sono convinto che una diversa e più efficiente organizzazione dei trasporti renderebbe piu appetibile e conveniente l'utilizzo del mezzo pubblico rispetto alle auto private. Per questo verificherò quanto prima con Trenitalia la fattibilità e sostenibilità di un accordo in tal senso. È chiaro che le azioni concordate al tavolo tecnico si riferiscono ad una situazione emergenziale, mentre solo con provvedimenti a medio e lungo termine si potrà dare un’efficace soluzione a un problema che non riguarda solo la nostra Provincia ma l'intera Pianura Padana".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Padova usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento