menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I controlli della polstrada

I controlli della polstrada

Controlli in borghese per stanare chi guida col cellulare: 193 sanzionati, anche un prete

La polstrada ha attivato un servizio mirato a Padova volto a contrastare un fenomeno in pericoloso aumento tra i conducenti. Riscontrato un aumento generalizzato delle infrazioni

Le statistiche dicono che la prima causa di incidenti stradali è la distrazione alla guida. Al primo posto tra i fattori di distrazione c'è l'utilizzo, mentre si è al volante di un veicolo, di tablet e telefonini: viaggiando ad una velocità media, due secondi guardando uno smartphone corrispondono a circa 30 metri senza guardare la strada.

VIDEO: Pochi secondi per guardare il telefonino: si percorrono "30 metri di buio"

193 AUTOMOBILISTI SANZIONATI. Dal primo luglio, la sezione polizia stradale di Padova ha dato avvio ad un servizio mirato, con moto e personale in borghese, finalizzato alla prevenzione e alla repressione dell'uso dei telefoni cellulari alla guida. I risultati fin qui conseguiti sono stati illustrati venerdì mattina e non sono affatto rassicuranti: nonostante gli agenti non fossero impiegati 24 ore su 24, le contestazioni sono state ben 193. Tutti gli automobilisti sono stati sorpresi con il telefono all'orecchio mentre stavano effettuando una chiamata. Tra i conducenti sanzionati ci sono operai, impiegati, molti giovani, e anche un prete. I controlli sono stati effettuati nelle zone limitrofe al centro, e in tangenziale in corso Stati Uniti. 

VIDEO: Controlli in borghese per "stanare" chi guida con il cellulare

PUNTI E SANZIONI PREVISTE. Il codice della strada punisce chi usa il cellulare alla guida con una multa di 161 euro e con le decurtazione di 5 punti sulla patente. Per i neopatentati, i punti decurtati raddoppiano (10). Inoltre, in caso di recidiva entro i due anni dalla prima contestazione, viene applicata la sospensione della licenza di guida da uno a tre mesi. L'uso del telefono al volante è consentito ad esempio mediante l'utilizzo di auricolari, ma, particolare importante, non su entrambe le orecchie, solo su una.

UNA PERICOLOSA ABITUDINE SEMPRE PIÙ DIFFUSA. In totale, in tutto il 2015, a Padova sono state elevate 911 sanzioni per guida con tablet o cellulare. Dall'inizio del 2016 fino a mercoledì scorso, i verbali sono già arrivati a quota 560, indice del fatto che questa pericolosa abitudine si fa sempre più diffusa.

AUMENTO GENERALIZZATO DELLE INFRAZIONI. Dal confronto tra le violazioni al codice stradale accertate nel primo semestre del 2015 e quelle riscontrate nello stesso periodo del 2016, emerge un aumento generalizzato: le multe per mancato allacciamento delle cinture di sicurezza passano da 539 a 744; le contestazioni per guida senza assicurazione sono in leggero incremento, da 168 a 182; le infrazioni totali erano 9.988 nei primi sei mesi dello scorso anno, finora sono 10.162. In forte aumento anche il ritiro delle patenti: nel primo semestre del 2015 erano 268, a luglio 2016 sono 454. Infine, i punti delle patenti decurtati da inizio anno sono stati in totale 13.829, mentre nello stesso periodo dell'anno precedente erano 11.513. 

IL VIDEO DELL'OPERAZIONE:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

VIDEO, "DUE SECONDI AL TELEFONO, 30 METRI DI BUIO":

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento