Rubava il cellulare e chiedeva soldi per restituirlo: arrestato per tentata estorsione

Il modus operandi era sempre quello: chiedere una sigaretta e approfittare della distrazione per rubare il telefono. Poi chiedeva del denaro per restituirlo. L'ultima vittima però è riuscita a chiamare la polizia in tempo

Aveva un metodo ben rodato: chiedeva una sigaretta e mentre la persona la estraeva, rubava il telefono per poi chiedere dei soldi per la sua restituzione. La polizia lo ha arrestato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti

La mattina di lunedì 3 agosto, verso le 4, un uomo stava aprendo il suo negozio in via Ognissanti quando un 24enne del Camerun, pluripregiudicato per reati contro il patrimonio, gli si è avvicinato e ha chiesto una sigaretta. L’uomo si è messo le mani in tasca per cercarla e in quell’attimo il 24enne gli ha preso il cellulare: per 20 euro glielo avrebbe restituito. La vittima però non aveva intenzione di cedere al ricatto ed è nata una discussione che ha preso una brutta piega. Il furfante ha rotto una bottiglia di vetro e ha minacciato l’esercente, che ha chiamato al volo il 113. Quando il ragazzo ha visto arrivare la volante ha restituito il telefono e ha cercato di scappare ma non è stato abbastanza veloce. Gli agenti lo hanno bloccato e portato in Questura, dove hanno scoperto che il suo permesso di soggiorno era scaduto da quasi un anno e riportava generalità diverse da quelle che il 24enne aveva inizialmente riferito alla polizia. Veloci accertamenti hanno permesso di risalire a un altro episodio, che questa volta ha visto coinvolto un 26enne, sempre in zona Portello e con la stessa dinamica. Il camerunense è stato arrestato per tentata estorsione e false attestazioni delle generalità a pubblico ufficiale, oltre che denunciato per furto e tentata estorsione per la vicenda del 26enne il quale ha riconosciuto il camernunense.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento