Perde alle slot e pretende soldi per giocare ancora: furia in sala giochi

Un 35enne, dopo una grossa perdita, ha assalito uno dei dipendenti di un locale a Loreggia, che si era rifiutato di prestargli del denaro da impiegare alle macchinette. Sul posto sono arrivati i carabinieri

Baraonda, lunedì notte, verso le 24, in una sala giochi di Loreggia. I carabinieri della stazione di Piombino Dese sono dovuti intervenire, su richiesta del titolare del locale, un cittadino cinese, per placare la furia di un avventore, adirato per non avere ricevuto dal collaboratore di sala un prestito per poter giocare alle macchinette, dopo aver perso una consistente somma di denaro alle slot.

I FATTI. Protagonista un 35enne del luogo, I.S., noto alle cronache giudiziarie. L'uomo, preso dal nervoso a causa di una grossa perdita di soldi, pretendeva di continuare a giocare con il denaro del dipendente della sala, anch'egli cinese. Non accettando un "no" come risposta, il cliente si è inferocito, strattonando e poi colpendo il cinese e procurandogli una ferita lacero contusa alla testa.

AGGRESSORE ARRESTATO. Il malcapitato è stato soccorso dai sanitari del Suem 118 e trasportato e medicato all’ospedale di Camposampiero. L'aggressore, invece, è stato raggiunto dai mitari e arrestato, con le accuse di tentata rapina e lesioni. In seguito, è stato portato nell'abitazione dove risiede e posto ai domiciliari. L'indomani mattina, il processo per direttissima.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella Bassa: si è tolto la vita Stefano Farinazzo, sindaco di Casale di Scodosia

  • Esce dal garage con la Porsche e si maciulla una gamba: grave incidente per un assicuratore

  • Tra incredulità e gioia: al ristorante Radici di Padova si presenta Martin Scorsese

  • Gioca 5 euro, ne incassa 500mila: colpaccio col "Gratta e Vinci" in provincia di Padova

  • Ristorante la sera, discoteca abusiva la notte: dopo il blitz stop ai balli

  • Gravissimo scontro tra un'auto e un camion: muore una donna di 52 anni

Torna su
PadovaOggi è in caricamento