menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La sede del centro anziani con bocciodromo

La sede del centro anziani con bocciodromo

Rapinatore alla bocciofila, gli anziani lo ignorano e se ne va scusandosi

Il tentato "colpo" ieri nel tardo pomeriggio nel centro anziani di via Cave a Chiesanuova. I nonnetti hanno continuato a giocare a carte noncuranti del malvivente che aveva urlato "questa è una rapina" e poi sparato un colpo in aria. L'uomo ha chiesto scusa ed è fuggito

Di fatto, da rubare, non c'era nulla. Così, per nulla scossi o intimoriti, i frequentatori del centro anziani di via Cave a Chiesanuova, trovatisi a tu per tu con un goffo rapinatore hanno reagito nel migliore dei modi, ignorandolo con disarmante indifferenza.

IL RAPINATORE. Il fatto è accaduto nel tardo pomeriggio di ieri, lunedì. Un individuo, travisato con una sciarpa e con tanto di pistola in pugno, ha urlato il classico "fermi tutti, questa è una rapina". I nonnetti però non hanno battuto ciglio ed hanno continuato a giocare a carte, come la cosa non li riguardasse.

LO SPARO. Per rendersi più credibile, l'improvvisato bandito ha esploso un colpo in aria con la pistola, probabilmente una scacciacani, ma senza sortire migliori risultati. A quel punto il gestore del bar si è avvicinato allo sbalordito rapinatore e gli ha spiegato che lì non c'era nulla, o quasi, da rubare.


LE SCUSE E LA FUGA. Lo sconosciuto, secondo quanto raccontato dai vecchietti alla polizia intervenuta pochi minuti dopo il colpo fallito, se ne è andato non prima di essersi scusato con i presenti per il disturbo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento