Sant'Angelo di Piove, aveva aggredito il rivale in amore: accusato di tentato omicidio

Alla sbarra un operaio 47enne. Aveva accoltellato fuori dalla tabaccheria l'ex marito della compagna

E’ accusato di avere cercato di uccidere a coltellate il suo rivale in amore: finisce alla sbarra l'operaio 47enne di Sant’Angelo di Piove. Lo scorso 27 marzo l’uomo ha aggredito davanti alla tabaccheria della sua compagna, l’ex marito di lei, un 48enne residente in Germania. Il motivo della rabbia sarebbero soldi, 20mila euro. Come riportano i quotidiani locali, l'operaio è accusato di tentato omicidio premeditato e aggravato dai futili motivi.

IL MOVENTE.

I soldi richiesti dall’operaio sarebbero provento della vendita della tabaccheria a dei commercianti cinesi. L'operaio, secondo la pubblica accusa, voleva quel denaro convinto che a intascarlo fosse stato l'ex marito della sua compagna. L’accusato ha colpito il 48enne all'addome con un fendente, dopo aver tentato di stordirlo spruzzandogli del gas urticante al volto. Per l’accusa, l'operaio voleva uccidere. In seguito alla colluttazione, l'operaio ha rimediato la frattura di entrambe le braccia, mentre il 48enne è stata ricoverato in gravi condizioni all'ospedale ed è stato sottoposto a un intervento chirurgico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centrato in pieno da un'auto mentre attraversa a piedi l'autostrada: morte sulla A4

  • Prende a calci un bancomat, palpeggia una donna, si masturba dal panettiere: denunciato

  • "Situazione meteo in peggioramento, allerta arancione per Bacchiglione e Brenta”: l’aggiornamento

  • Fuoco ed esplosione in un'autorimessa: un quarantenne gravemente ferito, tangenziali bloccate

  • Tenta il suicidio con i gas di scarico dell'auto, salvato da un passante

  • Samira, possibile svolta: recuperato un cadavere di donna ad Albarella

Torna su
PadovaOggi è in caricamento