Pestano quasi a morte connazionale: presi 2 romeni per tentato omicidio

I fatti risalgono al 15 gennaio scorso a Trebaseleghe, nell'Alta padovana. La vittima era stata colpita con numerosi colpi di mazza, calci e pugni, che gli avevano provocato la frattura del cranio

L'accusa è di tentato omicidio, aggravato dalla premeditazione, dai futili motivi e dal fatto che a "menare" quasi a morte il connazionale erano in più di cinque persone.

UN ARRESTO E UN FERMO. Due dei presunti responsabili dell'efferato pestaggio ai danni del romeno Daniel C., regolare in Italia, sono stati identificati e fermati dai carabinieri di Cittadella a conclusione di approfondite indagini. Si tratta di Ionot Marius G., arrestato in esecuzione di ordinanza di custodia cautelare, e Mihai Costel A., sottoposto a fermo di polizia giudiziaria.

G. Marius Ionut-2A. Costel Mihai-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

IL PESTAGGIO. I fatti risalgono al 15 gennaio scorso, a Trebaseleghe. La vittima era stata colpita con numerosi colpi di mazza, calci e pugni al corpo e al capo, con la conseguante frattura del cranio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Nuovi contagi anche nel Padovano, Luca Zaia avverte: «C'è poco da scherzare»

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Rovesci e forti temporali in arrivo in tutto il Veneto: "allerta gialla" della Protezione Civile

  • Live - Aumenta l'indice di contagiosità, botta e risposta Zaia-Crisanti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento