menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si barrica in casa e si punta una lama contro: salvato da vigili del fuoco e carabinieri

È successo mercoledì, ad Este. A dare l'allarme il figlio 21enne dopo che il padre gli aveva inviato degli Sms sconclusionati. I militari e i pompieri sono riusciti a farlo desistere e una volta disarmato, è scoppiato in lacrime e li ha abbracciati

Tragedia sventata ad Este dove, mercoledì, un 50enne del posto ha iniziato a mandare Sms sconclusionati al figlio 21enne. Il ragazzo preoccupato ha allertato i carabinieri. Sul posto sono quindi intervenuti i militari dell'Arma e i vigili del fuoco. L'uomo si era barricato in casa e sentendo il trambusto di carabinieri e pompieri, che stavano cercando di scardinare la porta per entrare, ha aperto il portoncino, si è affacciato e in quel momento i vigili del fuoco si sono infilati e sono riusciti ad accedere in casa.

LAMA CONTRO. L'uomo si è spostato in sala, si è appoggiato con la schiena sul divano e si è puntato alla pancia un coltello con una lama da 40 centimetri. Le forze dell'ordine hanno fatto opera di convincimento per portarlo a desistere: il brigadiere si è buttato addosso al corpo dell'uomo, l'appuntato ha bloccato la mano con il coltello. Una volta disarmato, è scoppiato in lacrime e li ha abbracciati.

OSPEDALE. L'uomo, esperto di arti marziali, ha fatto 7 anni taekwondo, disoccupato, separato dalla moglie da un anno e mezzo, due figli, probabilmente era in difficoltà a causa della condizioni economiche post separazione. Dopo il fatto è stato ricoverato all'ospedale di Schiavonia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento