menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terremoto Iran-Iraq: preghiera per le vittime e vicinanza alle popolazioni colpite

Caritas Italiana sta definendo un programma di interventi in risposta all’emergenza in collaborazione con le Caritas operanti in loco con le quali è in costante contatto

Il 12 novembre 2017 alle ore 18:18 (ora locale in Iran) un terremoto di magnitudo 7.3 ha colpito la zona di confine Iran-Iraq. L’epicentro è stato a circa 32 km a sud- ovest della città di Halabja, in Iraq. Al momento risultano alcune centinaia di morti e varie migliaia di feriti, ma i numeri delle vittime sono destinati ad aumentare nelle prossime ore in quanto molte persone sono intrappolate sotto le macerie.

CARITAS


L’agenzia di informazione iraniana, ILNA, riporta che le province colpite dal terremoto sono almeno 14 e si teme che il numero delle vittime nei villaggi e nelle piccole città possa essere molto alto. Secondo alti ufficiali del dipartimento per le emergenze iraniano la gran parte delle vittime sono nella provincia occidentale di Kermanshah e in particolare nella città di Sarpol-e Zahab a circa 15km dal confine con l’Iraq dove anche l’ospedale principale è stato seriamente danneggiato. Sul versante irakeno, I danni maggiori si sono registrati nella regione del Kurdistan,
in particolare nella città di Darbandikhan in prossimità del confine con l’Iran. Sono sette le vittime identificate in Iraq sino ad oggi e oltre 300 i feriti. Caritas Italiana sta definendo un programma di interventi in risposta all’emergenza in collaborazione con le Caritas operanti in loco con le quali è in costante contatto. Caritas Italiana è attiva da decenni in Iran – attraverso la Chiesa locale con significativi progetti a sostegno delle vittime del terribile terremoto di Bam del 2003 - e in Iraq – attraverso Caritas Iraq e le diocesi di Erbil e Amadyia con progetti a favore delle vittime della guerra. Negli ultimi anni l’impegno in questi due Paesi si è concentrato in programmi di riabilitazione e sviluppo in Iran mentre in Iraq sostiene i progetti in ambito sociale di Caritas Iraq e di emergenza delle diocesi di Erbil e Amadyia.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento