menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meriem arruolata nell'Is, fuga premeditata: due i ricercati

Proseguono le indagini dopo la sparizione della 19enne di Arzegrande che si ipotizza sia entrata a fare parte delle milizie terroristiche. I militari del Ros avrebbero sentito due amiche, contattate dallo stesso reclutatore della giovane

La fuga di Meriem, la 19enne marocchina residente ad Arzergrande, sparita da casa a metà luglio con un volo dall’aeroporto di Bologna per raggiungere la Siria e, si ipotizza, arruolarsi nelle milizie dell’Is, sarebbe stata premeditata e preparata a tavolino.

AMICHE. Secondo quanto riportato dal quotidiano il Mattino, le indagini condotte dal Ros porterebbero a questo epilogo. Le ultime telefonate delle ragazza sarebbero state localizzate da un ripetitore negli Stati Uniti. I militari dell'Arma avrebbero anche sentito due ragazze, marocchine, amiche di Meriem, che sarebbero state contattate dallo stesso reclutatore della giovane di Arzegrande. 

"CYBER-JIHAD". La ragazza si sarebbe arruolata nella cosiddetta "cyber-jihad", come "soldato dell'esercito informatico", già dallo scorso febbraio. In quei mesi avrebbe redatto la killing list jihadista con i dati relativi a dieci dirigenti delle forze dell’ordine “da uccidere”.

RICERCATI. I militari dell'Arma sarebbero alla ricerca di un giovane algerino, che avrebbe reclutato Meriem, ed un venticinquenne pachistano, residente in Italia, che si sarebbe invaghito della diciannovenne di Arzergrande, anche se non è ancora ben chiaro il suo ruolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento