Teschio e ossa umani ripescati dal canale Sabbadina a Barbona

Il macabro ritrovamento venerdì mattina dagli operai del consorzio di bonifica Adige Euganeo che stavano lavorando nel corso d'acqua. I reperti rinvenuti sono stati sequestrati per essere sottoposti ad accertamenti

Resti umani immersi nell'acqua, tra i fondali di un canale, probabilmente a mollo da diverso tempo, sono stati rinvenuti venerdì mattina, durante dei lavori da parte degli operai del Consorzio di bonifica Adige Euganeo.

LE INDAGINI. Il macabro ritrovamento nel canale Sabbadina a Barbona, nella Bassa padovana. I reperti, un teschio e un frammento osseo, sono stati sequestrati su disposizione dell'autorità giudiziaria di Rovigo, al fine di essere sottoposti ad approfonditi accertamenti per cercare di risalire all'epoca, le cause della morte, nonché all'identità. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Vescovana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalle acque gelide affiora un corpo di uomo: i passanti notano la salma lungo la riva

  • Rotogal brucia: inferno di fuoco all'alba. Il sindaco: «State in casa», Arpav monitora l'aria

  • Centrato in pieno da un'auto mentre attraversa a piedi l'autostrada: morte sulla A4

  • Live maltempo: a Padova e provincia black out e rami caduti, Venezia in ginocchio

  • Cadavere nel parcheggio: fu arrestato per le spaccate, stroncato dalla droga

  • "Situazione meteo in peggioramento, allerta arancione per Bacchiglione e Brenta”: l’aggiornamento

Torna su
PadovaOggi è in caricamento