Test rapidi a scuola: operatori dell'Ulss all'Einstein di Piove, 15 studenti positivi

Focolaio nel Piovese dove l'Ulss ha deciso di intervenire dopo la positività di un professore, una quindicina di alunni è risultata non negativa e finirà in isolamento

Per la prima volta i tamponi rapidi sono "entrati" in una scuola del Padovano. L'Uls ha sottoposto a indagine epidemiologica quattro classi di studenti dell'Einstein di Piove di Sacco dopo l’avvenuta positività al covid-19 di un docente. Così l’Ulss 6 Euganea attua le linee guida regionali, approntando un modello flessibile e versatile, modellato sui singoli casi

I tamponi

Stamattina una équipe del distretto socio-sanitario n.3 Padova Piovese formata da personale medico Usca (Unità speciali di continuità assistenziale) e infermieristico si è recata presso l’IIS (Istituto di Istruzione Superiore) “Einstein” di Piove di Sacco per effettuare tamponi rapidi - ovvero test antigenici che ricercano la presenza del virus - agli studenti di quattro classi dove un docente è risultato positivo al Covid-19. L’Ulss 6 Euganea ha così recepito e tempestivamente attuato il “Protocollo operativo per la gestione dei contatti di caso confermato Covid-19 all’interno delle scuole” predisposto venerdì 2 ottobre dalla Regione del Veneto, documento che fornisce una linea d’indirizzo per gli operatori dei Servizi di Igiene e Sanità Pubblica (SISP) e dei Distretti socio-sanitari e contiene un modello di autorizzazione da parte dei genitori all’effettuazione del test in ambito scolastico.

Tamponi a scuola

«La scelta di effettuare i tamponi rapidi direttamente a scuola anziché nei punti allestiti all’interno dei Distretti socio-sanitari dell’Euganea viene effettuata in considerazione dell’età degli studenti e della numerosità delle classi coinvolte nell’indagine epidemiologica. Il modello adottato dall’Ulss 6 – sottolinea il Direttore sanitario Patrizia Benini - è infatti particolarmente flessibile, duttile e versatile, modellato di volta in volta sulle diverse situazioni scolastiche, e tiene conto dell’età degli studenti, della logistica dei poli didattici, delle esigenze delle famiglie, delle necessità e delle possibilità organizzative». A tutti i genitori degli studenti delle quattro classi dell’Istituto Einstein ieri l’Autorità scolastica aveva chiesto di sottoscrivere la sopraddetta autorizzazione ad effettuare il test. L'equipe ha tamponato 93 studenti, 15 sono risultati positivi di cui 9 in una classe, 3 in un'altra e 3 in un'altra, 0 nell'ultima. Inoltre è stato eseguito il tampone rapido su 3 insegnanti, tutti negativi. Per le tre classi è scattato oggi, e per 14 giorni, l'isolamento domiciliare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Pochi dubbi

«Il modello organizzativo predisposto dalla Regione ha degli indubbi vantaggi – rileva il Direttore generale dell’Ulss 6 Euganea, Domenico Scibetta -, non solo perché il test rapido dà un risultato immediato ed evita quarantene non necessarie, ma in quanto agevola da una parte la continuità didattica e dall’altra l’organizzazione familiare, dimostrandosi una efficace pianificazione di sistema». Ricordiamo che i poli didattici tra Padova e provincia, dalle scuole d’infanzia alle superiori, sono oltre novecento e tutte le attività che riguardano la sorveglianza scolastica in caso di soggetto Covid+ vengono assicurate dalla stretta collaborazione tra il SISP, il referente Covid d’Istituto e il Distretto socio-sanitario di riferimento territoriale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto in moto tornando a casa, diciottenne Padovano perde la vita

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • Coronavirus, Zaia: «Stiamo iniziando a entrare nel vivo della battaglia»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento